Corsari nel salento del XVI secolo

 :: GENERALE :: Storia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Gianfranco il Gio Gen 22, 2009 3:48 pm

Molta storia del nostro territorio è dispersa ancora in una miriade di frammenti in documenti di vario tipo; ricostruire una storia diventa così materia piuttosto difficoltosa. Lo scopo del forum è proprio quello di mettere in comunicazione appassionati, studiosi e ricercatori che condividendo questi frammenti di notizie si aiutino a ricostruire le tante piccole storie.

Nel mio personale percorso sto cercando di ricostruire alcuni eventi tragici relativi ad attacchi di corsari operati nel basso Salento nella prima metà del XVI secolo. In particolare avrei bisogno di avere notizie sull'eventuale coinvolgimento dei seguenti comuni:
Alliste;Felline;Acquarica del Capo; Presicce; Morciano di Leuca; Castrignano del Capo; Gagliano del Capo; Corsano; Taviano; Andrano; Tricase;

Sarei grato a tutti coloro che vorranno fornirmi indicazioni bibliografiche o magari le copie digitali delle pagine interessate. Grazie Smile

_________________
Nulla dies sine linea
avatar
Gianfranco
Admin
Admin

Numero di messaggi : 741
Data d'iscrizione : 30.12.08

http://culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Corsari nel Salento del XVI secolo.

Messaggio  Fernando il Sab Gen 24, 2009 9:58 am

Caro Gianfranco, eccoti per la tua collazione qualche ulteriore riferimento bibliografico:
1. Biblioteca Provinciale di Lecce, Manoscritti, vol. 50 n.2 "Orazioni del Sig. Scipione Ammirato a diversi Principi. Intorno ai preparamenti che s'avrebbero a farsi contro la potenza del Turco con un dialogo delle imprese del medesimo",
2. M. De Marco, Il Salento tra Medioevo e Rinascimento, Lecce 1997;
3. C.Capasso,Barbarossa e Carlo V, in Rivista Storica Italiana, XLIX (1932);
4. G. Marciano, Descrizione, origini e successi della Provincia d'Otranto, ristampa, Galatina 1996;
5. B. Ravenna, Memorie Istoriche della Città di Gallipoli, Bologna 1836
6. S.Panareo, Turchi e barbareschi ai danni di Terra d'Otranto, in Rinascenza Salentina I, Lecce 1933;
7. L. Tasselli, Antichità di Leuca, Lecce 1693;
8. A. Panettera, Notizie della città di Lecce, in Cronache di Lecce a cura di A.Laporta, Lecce 1991;
9. B.P. di Lecce, Manoscritti, vol. 11, n.11 (aagiunte manoscritte dietro "Lecce Sacra" da un anonimo;
10. G. Cino, Memorie ossia notiziario di molte cose accadute a Lecce dall'a.1656 all'a.1719, appendice alla Rivista Storica Salentina, Lecce 1905.

Sempre qualora non noto.

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Gianfranco il Sab Gen 24, 2009 10:25 am

Fernando ha scritto:Caro Gianfranco, eccoti per la tua collazione qualche ulteriore riferimento bibliografico:
1. Biblioteca Provinciale di Lecce, Manoscritti, vol. 50 n.2 "Orazioni del Sig. Scipione Ammirato a diversi Principi. Intorno ai preparamenti che s'avrebbero a farsi contro la potenza del Turco con un dialogo delle imprese del medesimo",
2. M. De Marco, Il Salento tra Medioevo e Rinascimento, Lecce 1997;
3. C.Capasso,Barbarossa e Carlo V, in Rivista Storica Italiana, XLIX (1932);
4. G. Marciano, Descrizione, origini e successi della Provincia d'Otranto, ristampa, Galatina 1996;
5. B. Ravenna, Memorie Istoriche della Città di Gallipoli, Bologna 1836
6. S.Panareo, Turchi e barbareschi ai danni di Terra d'Otranto, in Rinascenza Salentina I, Lecce 1933;
7. L. Tasselli, Antichità di Leuca, Lecce 1693;
8. A. Panettera, Notizie della città di Lecce, in Cronache di Lecce a cura di A.Laporta, Lecce 1991;
9. B.P. di Lecce, Manoscritti, vol. 11, n.11 (aagiunte manoscritte dietro "Lecce Sacra" da un anonimo;
10. G. Cino, Memorie ossia notiziario di molte cose accadute a Lecce dall'a.1656 all'a.1719, appendice alla Rivista Storica Salentina, Lecce 1905.

Sempre qualora non noto.

Grazie mille Fernando, si sa che qualcosa manca sempre all'appello; così è anche per l'elenco che mi hai inviato che mi sarà sicuramente utile anche se andrà ad alimentare la già alta pila di documenti finora accumulati Smile.

Tuttavia io mi riferivo a frammenti di notizie sparse nei libri degli storici locali dei singoli comuni citati; non so, per esempio un forumista di Morciano - non so se ve ne siano iscritti - potrebbe guardare sull'indice del testo della storia locale del suo paese e riportare quei righi che vi si trovano. Non mi aspetto nulla di nuovo, ma mi è già capitato che qualcuno di questi valenti studiosi abbia avuto la fortuna di tirar fuori dagli archivi documenti inediti che raccontano storie bellissime inedite e aprono ulteriori squarci in quella nebbia che noi tutti cerchiamo di dipanare.

_________________
Nulla dies sine linea
avatar
Gianfranco
Admin
Admin

Numero di messaggi : 741
Data d'iscrizione : 30.12.08

http://culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Giuseppe Ferraro il Sab Gen 24, 2009 7:59 pm

Nel libro "Annu Novu, Salve Vecchia" - Frammenti di un secolo - a cura di Francesco Accogli e Alessandro Laporta, edizioni Vantaggiato - anno 1996, alle pagg.146-147 è riportata "Scorrerie dei Turchi nello Jonio" e racconta di una scorreria da parte di sei sciambecchi turco-algerini avvenuta il 26 aprile 1752 nei pressi della torre di Morciano.
Appena avrò la possibilità ti farò una scannerizzazione delle pagine e te le invierò.
Cordialità

Giuseppe Ferraro
avatar
Giuseppe Ferraro

Numero di messaggi : 46
Data d'iscrizione : 10.01.09
Età : 59
Località : Acquarica del Capo (però sono di origine presiccese)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Gianfranco il Sab Gen 24, 2009 8:04 pm

Giuseppe Ferraro ha scritto:Nel libro "Annu Novu, Salve Vecchia" - Frammenti di un secolo - a cura di Francesco Accogli e Alessandro Laporta, edizioni Vantaggiato - anno 1996, alle pagg.146-147 è riportata "Scorrerie dei Turchi nello Jonio" e racconta di una scorreria da parte di sei sciambecchi turco-algerini avvenuta il 26 aprile 1752 nei pressi della torre di Morciano.
Appena avrò la possibilità ti farò una scannerizzazione delle pagine e te le invierò.
Cordialità

Giuseppe Ferraro

Grazie mille te ne sarò grato Very Happy ; ma sarei curioso di sapere se Acquarica e Presicce, che tu sappia, vennero risparmiate dalle scorrerie del 1537; mi puoi dire qualcosa di più, magari da qualche testo serio di uno studioso locale?

_________________
Nulla dies sine linea
avatar
Gianfranco
Admin
Admin

Numero di messaggi : 741
Data d'iscrizione : 30.12.08

http://culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Giuseppe Ferraro il Sab Gen 24, 2009 8:27 pm

La storia delle origini di Presicce non è ben delineata. Probabilmente fu la grande presenza di falde acquifere superficiali ad attirare i primi insediamenti, che sembrano risalire intorno al VII secolo. Lo stemma di Presicce, un cervo che beve da una fonte, sembra ricalcare questa abbondanza di acqua nel territorio presiccese.
Alcune fonti affermano che la fondazione vera e propria del borgo sia stata opera degli abitanti di Pozzomauro un insediamento individuato sulla collina a sud-ovest dell'attuale centro abitato. Di questo insediamento rimangono ancora ben visibili le rovine di un'antica torre (forse usata come difesa dalle invasioni dei saraceni), una cripta basiliana scavata nella roccia e una chiesetta dallo stile molto essenziale. Nel 1481 i saraceni invasero Pozzomauro distruggendolo. Anche le origini del nome del paese sembrano legate a questo insediamento, si pensa infatti che Presicce derivi dalla parola latina 'praesidium' come ad indicare un presidio, forse militare.(da Wikipedia)
Uno dei primi nuclei di Acquarica del Capo era situato in località "Pompignano", anche questo borgo fu distrutto dai saraceni come pure stessa sorte ebbero gli altri due borghi "Ceciovizzo" situato alla periferia dell'odierna Acquarica del Capo e "Cardigliano" che ora ricade nel comune di Specchia.
Cordiali saluti
Giuseppe Ferraro
avatar
Giuseppe Ferraro

Numero di messaggi : 46
Data d'iscrizione : 10.01.09
Età : 59
Località : Acquarica del Capo (però sono di origine presiccese)

Tornare in alto Andare in basso

Corsari nel Salento

Messaggio  Fernando il Dom Gen 25, 2009 9:09 pm

Gianfranco Budano ha scritto:
Fernando ha scritto:Caro Gianfranco, eccoti per la tua
collazione qualche ulteriore riferimento bibliografico:
1. Biblioteca Provinciale di Lecce, Manoscritti, vol. 50 n.2 "Orazioni del Sig. Scipione Ammirato a diversi Principi. Intorno ai preparamenti che s'avrebbero a farsi contro la potenza del Turco con un dialogo delle imprese del medesimo",
2. M. De Marco, Il Salento tra Medioevo e Rinascimento, Lecce 1997;
3. C.Capasso,Barbarossa e Carlo V, in Rivista Storica Italiana, XLIX (1932);
4. G. Marciano, Descrizione, origini e successi della Provincia d'Otranto, ristampa, Galatina 1996;
5. B. Ravenna, Memorie Istoriche della Città di Gallipoli, Bologna 1836
6. S.Panareo, Turchi e barbareschi ai danni di Terra d'Otranto, in Rinascenza Salentina I, Lecce 1933;
7. L. Tasselli, Antichità di Leuca, Lecce 1693;
8. A. Panettera, Notizie della città di Lecce, in Cronache di Lecce a cura di A.Laporta, Lecce 1991;
9. B.P. di Lecce, Manoscritti, vol. 11, n.11 (aagiunte manoscritte dietro "Lecce Sacra" da un anonimo;
10. G. Cino, Memorie ossia notiziario di molte cose accadute a Lecce dall'a.1656 all'a.1719, appendice alla Rivista Storica Salentina, Lecce 1905.

Sempre qualora non noto.

Grazie mille Fernando, si sa che qualcosa manca sempre all'appello; così è anche per l'elenco che mi hai inviato che mi sarà sicuramente utile anche se andrà ad alimentare la già alta pila di documenti finora accumulati Smile.

Tuttavia io mi riferivo a frammenti di notizie sparse nei libri degli storici locali dei singoli comuni citati; non so, per esempio un forumista di Morciano - non so se ve ne siano iscritti - potrebbe guardare sull'indice del testo della storia locale del suo paese e riportare quei righi che vi si trovano. Non mi aspetto nulla di nuovo, ma mi è già capitato che qualcuno di questi valenti studiosi abbia avuto la fortuna di tirar fuori dagli archivi documenti inediti che raccontano storie bellissime inedite e aprono ulteriori squarci in quella nebbia che noi tutti cerchiamo di dipanare.

Non per appesantire ancora di più la borsa della spesa, ma hai dato un'occhiata a:
A.Foscarini, Schiavi e Turchi in Lecce (secc.XVI-XVII), in Rivista Storica Salentina, VII (1910-1911). pp.28-36 ?

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Fernando il Dom Gen 25, 2009 9:24 pm

Fernando ha scritto:
Gianfranco Budano ha scritto:
Fernando ha scritto:Caro Gianfranco, eccoti per la tua
collazione qualche ulteriore riferimento bibliografico:
1. Biblioteca Provinciale di Lecce, Manoscritti, vol. 50 n.2 "Orazioni del Sig. Scipione Ammirato a diversi Principi. Intorno ai preparamenti che s'avrebbero a farsi contro la potenza del Turco con un dialogo delle imprese del medesimo",
2. M. De Marco, Il Salento tra Medioevo e Rinascimento, Lecce 1997;
3. C.Capasso,Barbarossa e Carlo V, in Rivista Storica Italiana, XLIX (1932);
4. G. Marciano, Descrizione, origini e successi della Provincia d'Otranto, ristampa, Galatina 1996;
5. B. Ravenna, Memorie Istoriche della Città di Gallipoli, Bologna 1836
6. S.Panareo, Turchi e barbareschi ai danni di Terra d'Otranto, in Rinascenza Salentina I, Lecce 1933;
7. L. Tasselli, Antichità di Leuca, Lecce 1693;
8. A. Panettera, Notizie della città di Lecce, in Cronache di Lecce a cura di A.Laporta, Lecce 1991;
9. B.P. di Lecce, Manoscritti, vol. 11, n.11 (aagiunte manoscritte dietro "Lecce Sacra" da un anonimo;
10. G. Cino, Memorie ossia notiziario di molte cose accadute a Lecce dall'a.1656 all'a.1719, appendice alla Rivista Storica Salentina, Lecce 1905.

Sempre qualora non noto.

Grazie mille Fernando, si sa che qualcosa manca sempre all'appello; così è anche per l'elenco che mi hai inviato che mi sarà sicuramente utile anche se andrà ad alimentare la già alta pila di documenti finora accumulati Smile.

Tuttavia io mi riferivo a frammenti di notizie sparse nei libri degli storici locali dei singoli comuni citati; non so, per esempio un forumista di Morciano - non so se ve ne siano iscritti - potrebbe guardare sull'indice del testo della storia locale del suo paese e riportare quei righi che vi si trovano. Non mi aspetto nulla di nuovo, ma mi è già capitato che qualcuno di questi valenti studiosi abbia avuto la fortuna di tirar fuori dagli archivi documenti inediti che raccontano storie bellissime inedite e aprono ulteriori squarci in quella nebbia che noi tutti cerchiamo di dipanare.

Non per appesantire ancora di più la borsa della spesa, ma hai dato un'occhiata a:
A.Foscarini, Schiavi e Turchi in Lecce (secc.XVI-XVII), in Rivista Storica Salentina, VII (1910-1911). pp.28-36 ?
E per un esame più dettagliato, potresti consultare la bibliografia dei comuni che ti interessano nel Capitolo VII di Elio Dimitri, Bibliografia generale di Terra d'Otranto dal 1550 al 1993, Barbieri editore, Manduria 1997.

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Gianfranco il Lun Gen 26, 2009 3:09 pm

Non per appesantire ancora di più la borsa della spesa, ma hai dato un'occhiata a:
A.Foscarini, Schiavi e Turchi in Lecce (secc.XVI-XVII), in Rivista Storica Salentina, VII (1910-1911). pp.28-36 ?

Si, si tratta di un saggio che si sofferma sull'utilizzo di schiavi nella città di Lecce, niente di particolarmente utile, al di là della dimostrazione che la schiavitù era praticata anche da noi all'epoca.

_________________
Nulla dies sine linea
avatar
Gianfranco
Admin
Admin

Numero di messaggi : 741
Data d'iscrizione : 30.12.08

http://culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Sab Feb 07, 2009 5:12 pm

Signori,
senza aprire una nuova discussione, credo di poter inserire in questa quanto segue.
Ricordavo nella mia memoria, che con il passare degli anni viene a mancare, di un manoscritto importante che è conservato nella Sezione Manoscritti e rari della Biblioteca Nazionale di Napoli in Napoli(NA).
Ricordavo anche che uno studioso aveva pubblicato il manoscxritto nel peridico dal titolo "Lu Lampiune" edito un tempo dall'Edizioni del Grifo Lecce.
Mi sono messo a cercare ed ho trovato quanto riporto :
Giuseppe Maddalena, "Uomini d'arme in Otranto contro il turco nel ms. X. E.40 della Biblioteca Nazionale di Napoli" sta in "Lu Lampiune Anno VI n° II, Agosto 1990 I parte ; continua in "Lu Lampiune" Anno VI n° III, Dicembre 1990 II parte, pagine 97-107.
Non posseggo "Lu Lampiune Anno VI n° II, Agosto 1990 I parte, ma solo e solamente
"Lu Lampiune" Anno VI n° III, Dicembre 1990 II parte, pagine 97-107, dal quale traggo a pagina 97 solo queste poche righe :
" Attraverso il soldo dei vari uomini d'arme il manoscritto ci informa del movimento dell'esercito cristiano,che dopo aver posto il campo in aprile a Palmariggi e poi a S. Pietro in Galatina, raggiunge nei primi di maggio del 1481, Otranto."
Non so se puo interessare il tuo studio Gianfranco, ma credo che sia un Tassello da non trascurare.
Se vuoi ti faccio le fotocopie te le invio mandami un MP
Saluti
Giovannimaria

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Corsari e scorrerie

Messaggio  Stefano il Sab Apr 04, 2009 8:06 am

Salve a tutti, sono di Melissano e mesi fa scrissi un articolo sul rinvenimento di alcuni disegni a carboncino rinvenuti nella chiesa ex abbaziale della Madonna dell'Alto di Felline. Li ho identificati come la battaglia di Lepanto del 1571, visto che tale evento è rimasto molto scolpito nella memoria europea (donde il culto per la Vergine del Rosario), ma quei disegni potrebbero rappresentare anche una delle tante scorrerie. A proposito: nel convento di S. Maria la Nova a Racale nei primi anni '80 fu rinvenuto un muro tutto nero che fu imbiancato: secondo gli autori del volume monografico su Racale (Serio-Santantonio) il convento sarebbe stato oggetto di un saccheggio. Comunque le cronache raccontano bene due scorrerie una del 1537 e l'altra del 1547; la prima distrusse Ugento, la seconda fu bloccata alle porte di Racale. Se servono posso indicare bibliografia o scansionare le pagine interessate
avatar
Stefano

Numero di messaggi : 170
Data d'iscrizione : 04.04.09
Età : 34
Località : Melissano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Gianfranco il Sab Apr 04, 2009 9:25 am

Ciao Stefano e benvenuto, spero che tu possa ricevere e dare contributo alla cultura salentina,

Stefano ha scritto:Salve a tutti, sono di Melissano e mesi fa scrissi un articolo sul rinvenimento di alcuni disegni a carboncino rinvenuti nella chiesa ex abbaziale della Madonna dell'Alto di Felline. Li ho identificati come la battaglia di Lepanto del 1571, visto che tale evento è rimasto molto scolpito nella memoria europea (donde il culto per la Vergine del Rosario), ma quei disegni potrebbero rappresentare anche una delle tante scorrerie.

Ho letto da qualche parte di questo studio e, ad occhio e croce, ero arrivato alle stesse conclusioni, e cioè che potrebbe essersi trattato di una delle tante scorrerie; ciò nonostante mi piacerebbe leggere l'articolo e vedere le immagini dei disegni se ti è possibile.

Stefano ha scritto:A proposito: nel convento di S. Maria la Nova a Racale nei primi anni '80 fu rinvenuto un muro tutto nero che fu imbiancato: secondo gli autori del volume monografico su Racale (Serio-Santantonio) il convento sarebbe stato oggetto di un saccheggio. Comunque le cronache raccontano bene due scorrerie una del 1537 e l'altra del 1547; la prima distrusse Ugento, la seconda fu bloccata alle porte di Racale. Se servono posso indicare bibliografia o scansionare le pagine interessate

Per quel che ne so il Tasselli parla chiaramente dell'attacco del 1537 al Monastero di Racale, non ho notizie invece delle fonti relative all'attacco del 1547. Sarebbe interessante saperne di più...

ciao e benvenuto nel gruppo

_________________
Nulla dies sine linea
avatar
Gianfranco
Admin
Admin

Numero di messaggi : 741
Data d'iscrizione : 30.12.08

http://culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Ospite il Sab Apr 04, 2009 10:49 am

benenuto anche da parte mia, caro Stefano Very Happy . E' un piacere incontrare nuovi forumisti, che se ci leggono vuol dire che amano il Salento come noi.
Ogni tuo contributo sarà ben accetto, sia per le informazioni che vuoi darci che per le notizie che ci potremo scambiare.
Ancora benvenuto tra noi

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Ospite il Sab Apr 04, 2009 11:13 am

Benvenuto anche da parte mia. cheers cheers
Cordialità.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Scorrerie

Messaggio  Stefano il Sab Apr 04, 2009 12:40 pm

Grazie! Sinceramente io il Tasselli lo prendo sempre "con le pinze", ma anche alcuni "periegeti" tra i più affidabili, come per esempio il De Giorgi, ci riportano alcune informazioni che ad una attenta analisi risultano false.
Allego le due pagine dell'articolo cui facevo riferimento, presto inserirò le note sulla distruzione presunta del convento di Racale e sulla scorreria del 1547

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Stefano

Numero di messaggi : 170
Data d'iscrizione : 04.04.09
Età : 34
Località : Melissano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Ospite il Sab Apr 04, 2009 2:23 pm

Stefano ha scritto:Grazie! Sinceramente io il Tasselli lo prendo sempre "con le pinze", ma anche alcuni "periegeti" tra i più affidabili, come per esempio il De Giorgi, ci riportano alcune informazioni che ad una attenta analisi risultano false.
Allego le due pagine dell'articolo cui facevo riferimento, presto inserirò le note sulla distruzione presunta del convento di Racale e sulla scorreria del 1547

http://i84.servimg.com/u/f84/13/74/74/77/proget11.jpg
http://i84.servimg.com/u/f84/13/74/74/77/proget12.jpg

nell'immagine postata nel primo dei sue link riporti un particolare da dipinto di anonimo della battaglia di Lepanto. Posso chiederti da dove è tratta? E' un dipinto che si trova nel Salento?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Battaglia di Lepanto

Messaggio  Stefano il Sab Apr 04, 2009 2:37 pm

Lo scovai per la prima volta tra le immagini del libro di Arrigo Petacco, "La croce e la mezzaluna" e mi somigliava molto al dipinto del Veronese "L'allegoria della battaglia di Lepanto". La didascalia dice solo che è un dipinto della scuola veneta della fine del XVI secolo, omettendo circa la sua attuale ubicazione. Un altro testo utile è quello di Niccolò Capponi," Lepanto 1571".
Nel Salento ho trovato alcuni dipinti inerenti la battaglia di Lepanto tra cui nella chiesa del Rosario di Gallipoli (non è un caso sia il titolo che la città di Gallipoli, ne parla il Ravenna), sia a Corigliano nella chiesa del Rosario, ma penso ce ne siano altri; anche nella mia Melissano c'è una tela con papa Pio V e sullo sfondo un momento della battaglia navale, ma risale solo ai primi del XX secolo!
Circa l'articolo, riterrei più opportuno assimilare lo stemma sul vessillo ai Scanderberg, in quanto furono proprio questi a guidare i militari di terra d'Otranto nella battaglia. Le mie sono solo supposizioni, ma se volete posso pubblicare le foto per intero e i particolari dei disegni
avatar
Stefano

Numero di messaggi : 170
Data d'iscrizione : 04.04.09
Età : 34
Località : Melissano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Ospite il Sab Apr 04, 2009 2:43 pm

difatti ho avuto la stessa idea ed è per questo che ti ho subito chiesto da dove provenisse il particolare. L'aquila bicipite è pure degli albanesi Castriota Scanderbeg, che sai bene ebbero grande ruolo in queste vicende. Se hai possibilità posta pure l'immagine, magari riusciamo ad identificare gli stemmi ed avere la certezza assoluta di chi conduceva le galee. Lo stemma dei Castriota è nettamente differente da quello asburgico e quindi la ricerca sarà più agevole

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Castriota Scanderberg

Messaggio  Stefano il Sab Apr 04, 2009 2:51 pm

Purtroppo i resti del disegno non ci danno una idea precisa, mi affido alla vostra competenza. Alcuni disegni che emersero nel corso dei restauri sono stati inoltre coperti, ricordo anche di una iscrizione dedicatoria "alla Matonna te...."

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Stefano

Numero di messaggi : 170
Data d'iscrizione : 04.04.09
Età : 34
Località : Melissano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Ospite il Sab Apr 04, 2009 8:03 pm

dall'immagine postata non riesco ad esserti utile in nessun modo, perchè non riesco a comprenderla

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Immagine

Messaggio  Stefano il Dom Apr 05, 2009 2:22 pm

E' vero, prometto che andrò presto sul posto, presto c'è la festa e farò una nuova foto, ma... penso sia proprio il disegno che non sia ben visibile. Pazienza, comunque inserirò presto la nuova foto!
avatar
Stefano

Numero di messaggi : 170
Data d'iscrizione : 04.04.09
Età : 34
Località : Melissano

Tornare in alto Andare in basso

Foto

Messaggio  Stefano il Sab Mag 23, 2009 1:52 pm

Come promesso, ecco la foto di quello che si può vedere del particolare
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Stefano

Numero di messaggi : 170
Data d'iscrizione : 04.04.09
Età : 34
Località : Melissano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corsari nel salento del XVI secolo

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 :: GENERALE :: Storia

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum