Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

 :: GENERALE :: Storia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Fernando il Ven Feb 12, 2010 7:54 pm

Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace, nel 1444 sposò Margherita di Clermont, principessa di Altamura e figlia di Tristano di Clermont e Caterina Orsini del Balzo, signori della contea di Copertino. Sono antenati di Paola Ruffo di Calabria,attuale regina dei Belgio. Cosa possono segnalarci i nostri forumisti e gli ospiti sulla vita e le vicende dei due nobili? Grazie.

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  messer giorgio il Sab Feb 13, 2010 8:48 pm

Fernando ha scritto:Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace, nel 1444 sposò Margherita di Clermont, principessa di Altamura e figlia di Tristano di Clermont e Caterina Orsini del Balzo, signori della contea di Copertino. Sono antenati di Paola Ruffo di Calabria,attuale regina dei Belgio. Cosa possono segnalarci i nostri forumisti e gli ospiti sulla vita e le vicende dei due nobili? Grazie.

I Ventimiglia furono i Signori di Geraci oggi Geraci Siculo (appunto in Sicilia) ma non di Gerace.

In Gerace (Prov. di Reggio Calabria) i Signori più importanti furono prima i Caracciolo e successivamente i Grimaldi.

Presenti furono a Gerace i Del Balzo ed i Ruffo (sarcofago di Nicolò nella chiesa di S. Francesco).
avatar
messer giorgio

Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 08.12.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Fernando il Sab Feb 13, 2010 9:09 pm

Grazie per la sollecitudine e per le notizie, ma gradirei, cortesemente, riferimenti bibliografici sui due personaggi.

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  messer giorgio il Sab Feb 13, 2010 11:03 pm

Fernando ha scritto:Grazie per la sollecitudine e per le notizie, ma gradirei, cortesemente, riferimenti bibliografici sui due personaggi.


Per i riferimenti lascio agli studiosi o ai siciliani [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Le due foto, di scarsa qualità, si riferiscono alla visita, fatta qualche anno fa, di Paola Ruffo di Calabria a Gerace (RC). La regina è la Signora bionda al centro della foto [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
messer giorgio

Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 08.12.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Fernando il Dom Feb 14, 2010 11:59 am

Grazie ancora per i due interessanti documenti fotografici che ci riportano a Gerace calabro e non in Sicilia. Nel 1400 i Ventimiglia possedevano vari feudi anche in Calabria. Cordiali saluti

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Dom Feb 14, 2010 5:06 pm

Sui Ventimiglia di Sicilia ritrovo nel Nobiliario di Sicilia del Manno, accessibile on line, le seguenti notizie che riporto integralmente (fonte: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link])





[size=9]Ventimiglia.


Non ci è possibile scrivere di questa famiglia quanto sarebbe necessario per riferire soltanto sulle principali illustrazioni di essa, perché andremmo lontano dai limiti che l’economia del lavoro ci impone; dobbiamo quindi contentarci di cenni superficiali. Secondo alcuni trae origine dai conti di Ventimiglia in Liguria, discendenti dai Lascari imperatori di Costantinopoli; secondo altri pare che discenda in linea retta mascolina dai principi Normanni dominatori di Sicilia. Si crede che il primo a passare in Sicilia sia stato un Guglielmo, conte di Ventimiglia, nel 1242, padre di un Enrico che, per ragion di dote, fu in Sicilia, il primo conte di Geraci in sua famiglia, possedette le due Petralie, ecc., fu vicerè in Napoli e morì nel 1265 col grado di capitan generale d’esercito di re Manfredi. Prima di notare gli individui di questa famiglia che maggiormente eccelsero per le virtù di cui furono adorni, per le cariche coperte, per i titoli, per i feudi posseduti, accenniamo ai principali possedimenti feudali di questa famiglia: i principati di Belmonte, di Buonriposo, di Castelbuono, di Grammonte, di Ventimiglia; il ducato di Belviso, i marchesati di Geraci e di Regiovanni; le contee di Catanzaro, di Collesano, di Geraci, di Ischia, di Naso e di Prades; le baronie di Barchino, Bordonaro sottano, Raulica e Artesina, Bonanotte, Rovitello, Miano e Tavernola, Burgio Millusio, Calcusa o Fontana Murata, Caltavuturo, Canetici, Casale di Pietra, Casalvecchio, Castelluzzo, Ciaramita, Cavallaro e Casalbianco, Ciminna, Culcasi e Mangiadaini, Diesi, Mulocca e Bruchali, Friddi e Faverchi, Gibellina, Gratteri, Gurgo, Celso Manchi e metà di Scala, Isnello, Leonforte, Lo Monaco, Montemaggiore, Mussomeli, Pettineo, Pietranera, Vultano e Viviano, Pionica e San Martino, Pollina, Racalciditi o San Benedetto, Regiovanni, Resuttano, Rachilebri e Raxafico, Riesi e Cipolla, Rupi e Calabrò, Sambuca, Sanagia, San Benedetto, San Mauro, Santo Stefano di Bivona, Santa Venera, Sinagra, Sperlinga, Tripi, Verbumcaudo, Vescara, Vicari, ecc. ecc. Un Francesco fu conte di Collesano, nel 1305 ed è notato nel ruolo dei feudatari sotto re Federico come possessore di Sperlinga, Pettineo, ecc.; un altro Francesco, conte di Ischia, conte di Geraci, ecc., fu strategoto di Messina nel 1355 e, per privilegi del 20 giugno 1354 e del 5 gennaio 1358, fu autorizzato ad usare il titolo Dei Gratia, ostacolò re Federico III in occasione del matrimonio di detto re con Costanza d’Aragona, nel 1371 salvò lo stesso re da un attentato, ottenne concessione della città di Termine e Cefalù e della terra di Isnello, fu conte di Mistretta nel 1388 e uno dei quattro vicari del regno di Sicilia durante la minore età della regina Maria; un Giovanni fu pretore in Palermo nell’anno 1370-71; un Antonio, conte di Collesano, signore delle due Petralie, ecc., fu camerlengo maggiore del regno nel 1392, seguì il partito dei Martini contro quello dei Chiaramonti, poscia per la sua fellonia fu chiuso prigione nel castello di Malta perdendo i beni; un Guarneri fu pretore di Palermo negli anni 1405-6, 1416-17; un Federico tenne la stessa carica in detta città negli anni 1410-11, 1411-12, 1422-23; un Giovanni fu arcivescovo di Monreale nel 1418; un Francesco fu capitano di giustizia in Catania nel 1434-35 e patrizio nel 1437-38; un Giovanni Ventimiglia e Aragona fu conte di Montesarcio in Calabria, primo marchese di Geraci, per privilegio dato da re Alfonso, fu capitano generale delle armi della Chiesa Romana, ebbe la città di Bitonto, fu vicerè in Napoli e in Sicilia nel 1430, 1432, grande ammiraglio, ecc. ecc.; un Ughetto fu capitano di giustizia in Palermo negli anni 1447-48 e 1448-49; un Antonio, barone di Sinagra, ottenne, con privilegio dato a 13 novembre 1452 esecutoriato a 30 luglio 1453, conferma di un privilegio della regina Bianca dato a Taormina il 16 agosto 1411, con il quale gli consentiva che, nel nome della moglie Eufemia e della cognata Bonadonna, figlie di Guarneri Ventimiglia, barone di Alcamo, potesse esigere e chiedere tutti i diritti e beni paterni, materni e fraterni anche se in potere del regio fisco; un Antonio Ventimiglia e Prades, marchese di Geraci nell’anno 1473 fu conte di Catanzaro, vicario generale, grande ammiraglio di Sicilia, ecc.; un Simone Ventimiglia e Cardona, marchese di Geraci, fu vicerè in Sicilia negli anni 1516, 1534, 1541 e deputato del regno nel 1522; un Francesco fu pretore di Palermo negli anni 1501-502 e 1504-505, strategoto di Messina nell’anno 1506-507, luogotenente nell’ufficio di maestro giustiziere, deputato del regno nel 1511; un Giovanni, marchese di Geraci, fu strategoto di Messina negli anni 1508-9, 1532-33 e pretore negli anni 1542-43, 1549; un Antonino fu capitano di giustizia in Caltagirone nell’anno 1540-41; un Simone, marchese di Geraci, fu strategoto di Messina nel 1550-51; un Ferdinando fu capitano di giustizia in Caltagirone nell’anno 1551-52; un Sigismondo tenne la stessa carica in Palermo nell’anno 1553-54; un Carlo, barone di Regiovanni, fu pretore in detta città negli anni 1568-69, 1569-70, cavaliere dell’ordine di San Giacomo della Spada, deputato del Regno, e, con privilegio dato a 26 maggio 1575 esecutoriato a 2 giugno 1582, ottenne concessione del titolo di conte di Naso; un Pietro, barone di Gratteri, fu pretore in Palermo nell’anno 1586-87; un Pietro, cavaliere di Malta, è notato nella mastra nobile del Mollica; un Francesco Giorgio, barone di Passaneto, da Catania, con privilegio dato a 26 agosto 1589, ottenne concessione del titolo di regio cavaliere; un Giovanni Ventimiglia e Ventimiglia, marchese di Geraci, ecc. fu strategoto di Messina nel 1591, vicario generale nelle Valli di Noto e di Mazzara, presidente e capitan generale del regno negli anni 1595, 1598, 1608, e, con privilegio dato a 3 febbraio esecutoriato a 22 maggio 1595, ottenne concessione del titolo di principe di Castelbuono; una Beatrice, figlia di Giovanni, primo principe di Castelbuono, ottenne, con privilegio dato a 7 maggio esecutoriato a 31 agosto 1627, concessione del titolo di principe di Ventimiglia; un Luigi fu capitano di giustizia in Palermo nell’anno 1647-48; un Lorenzo, barone di Gratteri, tenne la stessa carica in detta città negli anni 1651-52, 1673-74, e, con privilegio dato a 19 maggio esecutoriato a 27 luglio 1661, ottenne concessione del titolo di conte di Prades; un Giovanni ed un Giuseppe furono giudici della Gran Corte del regno, il primo nell’anno 1662-63, il secondo nell’anno 1676-77; un Antonio (Girolamo), dei conti di Prades, teatino, missionario nelle Indie, fu vescovo di Lipari nel 1694; un Giovanni Ventimiglia e Di Giovanni, marchese di Geraci, ecc. ottenne per tale titolo il trattamento di grande di Spagna di prima classe con privilegio dato a 22 luglio 1710, fu gentiluomo di camera di Vittorio Amedeo II di Savoia, cavaliere dell’ordine supremo della Santissima Annunziata (22 marzo 1714), e, con privilegio dato a 27 settembre 1723, ottenne il titolo di principe del Sacro Romano Impero, col trattamento di Altezza e con la podestà di batter moneta e medaglie col proprio nome e usare il titolo Dei Grazia, fu gentiluomo di camera di Carlo III di Borbone, cavaliere dell’ordine del San Gennaro nel 1738, ecc.; un Antonino Ventimiglia e Valguarnera, conte di Prades e principe di Grammonte, fu gran prefetto del supremo magistrato del commercio, deputato del regno nel 1728, gentiluomo di camera, capitano di giustizia in Palermo nel 1729, cavaliere dell’ordine del San Gennaro; un Giuseppe Emanuele, principe di Belmonte, fu capitano in Palermo negli anni 1736-37, 1756-57 e 1757-58, pretore nel 1744, 1748; un Fortunio Ventimiglia e Valguarnera, dei principi di Grammonte, fu inquisitore del tribunale del Sant’Uffizio, deputato del regno nell’anno 1741; un Giuseppe Emanuele Ventimiglia e Alliata, dei principi di Belmonte, fu commendatore dell’ordine di Malta; un Luigi Ruggero Ventimiglia Sanseverino e Aragona, principe di Castelbuono, marchese di Geraci, ecc. fu cavaliere dell’ordine del San Gennaro nell’anno 1759, ecc.; un Giuseppe Emanuele Ventimiglia e Statella, principe di Belmonte, ecc. fu cavaliere dell’ordine del San Gennaro, ambasciatore presso la repubblica di Venezia nell’anno 1760, maggiordomo maggiore della regina Maria Carolina e di re Ferdinando, grande di Spagna di prima classe per privilegio dato a 23 febbraio 1772 esecutoriato a 20 febbraio 1780; un Salvatore Ventimiglia e Alliata, dei principi di Belmonte, fu vice legato di Ravenna nel 1782; un Giovanni Luigi Ventimiglia e Spinola, principe di Grammonte, ecc. fu rettore dell’ospedale di San Bartolomeo nell’anno 1765, governatore del Monte di Pietà di Palermo nell’anno 1769, senatore della stessa città negli anni 1781-82-83, gentiluomo di camera, cavaliere dell’ordine del San Gennaro; un Luigi Ventimiglia e Sieripepoli, principe di Grammonte, ecc., fu senatore di Palermo nell’anno 1795-96, gentiluomo di camera nel 1800; un Salvatore Ventimiglia e Statella, dei principi di Belmonte, fu vescovo di Catania, arcivescovo di Laodicea, inquisitore del Santo Uffizio, morì nell’anno 1797; un Giuseppe Emanuele e Ventimiglia e Cottone, principe di Belmonte, fu gentiluomo di camera nel 1790, cavaliere dell’ordine del San Gennaro, deputato del regno nel 1806, ecc. ecc. Con decreto reale del 23 ottobre 1868 vennero riconosciuti i titoli di principe di Castelbuono, conte e marchese di Geraci, conte di Ventimiglia e barone di Pollina e San Mauro nella persona di Corrada Ventimiglia (di Francesco, di Giovanni Luigi), moglie a Pietro Mancuso; morta la quale venne iscritta, nell’elenco ufficiale definitivo delle famiglie nobili e titolate della regione siciliana, con i detti titoli e con quello di principe di Buonriposo, la sorella Giovanna.

Arma: inquartato: nel primo e quarto di rosso, col capo d’oro (ch’è di Ventimiglia); nel secondo e terzo d’azzurro, alla banda scaccata di due file d’argento e di rosso (che è dei Normanni).

Cimiero: un leone coronato d’oro, impugnante con la destra una spada d’argento.

Sostegni: due leoni d’oro, coronati all’antica dello stesso, lampassati di rosso.

Divisa: DEXTERA DOMINI FECIT VIRTUTEM, DEXTERA DOMINI EXALTAVIT ME.







[size=9]Ventimiglia di Messina.


Vanta discendere dalla precedente e precisamente dal ramo decorato della baronia di Sinagra. Godette nobiltà in Messina.

Un Giuseppe del fu Tommaso è annotato nella mastra nobile di detta città del 1798-1807 e occupò la carica di giudice civile in Milazzo nell’anno 1801-2; un Pietro, figlio del precedente, fu primo presidente onorario della corte suprema di giustizia e cavaliere d’onore e di devozione dell’ordine di Malta.

Arma: come la precedente.







[size=9]Ventimiglia di Vizzini.


Secondo l’elenco ufficiale definitivo delle famiglie nobili e titolate della regione siciliana dovrebbe essere una diramazione della storica famiglia Ventimiglia. Un Luigi, dottore in leggi, fu giudice criminale in Vizzini nel 1783-84, capitano di giustizia in detta città nel 1803-4, acquistò salme 30 della baronia di Passaneto, ed oggi troviamo iscritto, con il titolo di barone di Monteforte, nell’elenco ufficiale definitivo delle famiglie nobili e titolate della regione siciliana, il signor Rosario Ventimiglia (di Luigi, di Rosario), padre di Luigi e Concettina.

Arma: ?

[/size]
[/size]
[/size]

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Fernando il Dom Feb 14, 2010 5:41 pm

Grazie caro Vincenzo del tuo contributo sui Ventimiglia, una famiglia estesissima nel corso dei secoli, specialmente in Sicilia. Antonio, che mi interessa in particolare, dovrebbe avere parentela con i conti di Catanzaro e mi risulta segnalato come marchese di Gerace. Suoi discendenti, dopo matrimoni con altre famiglie nobili del XV e XVI secolo, si sono imparentati con i Ruffo di Calabria. E' su Antonio che va focalizzata l'attenzione. E la ricerca di eventuali riscontri bibliografici e contributi storici che lo accomunino a sua moglie Margherita di Clermont. Non appena mi sarà possibile segnalerò i riferimenti bibliografici cui ho attinto. Per gli interessati segnalo il contesto storico compendiato su Cultura Salentina relativo a Tristan di Clermont (Tristano Chiaromonte).

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Dom Feb 14, 2010 7:55 pm

Caro Fernando,


Antonio Ventimiglia discendeva,a quanto pare,almeno da quanto apprendo on line sul web , da una
Famiglia tra le più Nobili, più conosciute della Sicilia.


Non è e non era un emerito sconosciuto.


Dal web in una breve ricerca ho trovato questi siti ove
viene riportati i suoi dati genealogici:






Dal sito : [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]




VENTIMIGLIA

Marchesi di Geraci (siculo) e Principi di Castelbuono Giovanni I Ventimiglia (* 1382 Castelbuono 1473), 8° Conte di Geraci
(investito nel 1408), investito con mero e misto impero nel 1430, fu 1° Marchese
di Geraci nel 1448 con l’appellativo di “Primo Marchese del Regno”, Signore di
Castelbuono, Tusa, Gangi, San Mauro, Pollina, Caronia nel 1412, Pretore di
Palermo nel 1416 e 1417, Grande Ammiraglio del Regno, Viceré di Sicilia
1430/1432 e Viceré di Napoli; combatté al fianco del Re Alfonso in Spagna, in
Francia, in Tunisia e per mare contro i Turchi, armando 40 galee a sue spese;
Papa Pio II lo convocò a Mantova nel 1459 per discutere la pace con gli
infedeli; fu Ambasciatore Regio presso i Pontefici Martino V e Callisto III che
lo nominò Generale di Santa Romana Chiesa. Sposò in prime nozze Agata
d’Aragona, figlia di Giacomo Barone di Caccamo, Calatafimi, Scalfani e Sortino
e di Giovanna di Montcada dei Conti di Adernò; in seconde nozze Isabella Ventimiglia
Signora di Ciminna, figlia ed erede di Guglielmo Signore di Ciminna e di
Giovanna Moncada dei Conti di Augusta (vedi/see)

VENTIMIGLIA


Marchesi di Geraci (siculo) e Principi di Castelbuono

Giovanni I Ventimiglia (* 1382 + Castelbuono 1473), 8° Conte di Geraci (investito nel 1408), investito con mero e misto impero nel 1430, fu 1° Marchese di Geraci nel 1448 con l’appellativo di “Primo Marchese del Regno”, Signore di Castelbuono, Tusa, Gangi, San Mauro, Pollina, Caronia nel 1412, Pretore di Palermo nel 1416 e 1417, Grande Ammiraglio del Regno, Viceré di Sicilia 1430/1432 e Viceré di Napoli; combatté al fianco del Re Alfonso in Spagna, in Francia, in Tunisia e per mare contro i Turchi, armando 40 galee a sue spese; Papa Pio II lo convocò a Mantova nel 1459 per discutere la pace con gli infedeli; fu Ambasciatore Regio presso i Pontefici Martino V e Callisto III che lo nominò Generale di Santa Romana Chiesa. Sposò in prime nozze Agata d’Aragona, figlia di Giacomo Barone di Caccamo, Calatafimi, Scalfani e Sortino e di Giovanna di Montcada dei Conti di Adernò; in seconde nozze Isabella Ventimiglia Signora di Ciminna, figlia ed erede di Guglielmo Signore di Ciminna e di Giovanna Moncada dei Conti di Augusta (vedi/see)




A1.
[ex 1°] Antonio ( 1480), 2° Marchese di Geraci (investito il
22-3-1473), Conte di Catanzaro, Signore di Castelbuono, Tusa, Gangi, S. Mauro e
Pollina, Grande Almirante di Sicilia, Vicario del Regno di Sicilia,
Capitano Generale delle Armi.



= 1444 Margherita Chiaramonte e Orsini, figlia di Tristano Conte di Copertino e
di Caterina Orsini del Balzo dei
Principi di Taranto



Segue
discendenza ….


In
un altro sito compare la genealogia dei VENTIMIGLIA:
Vedi:
[url=http://www.maltagenealogy.com/Libro d'Oro della Mediterranean/Ventimiglia.html][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] d'Oro della Mediterranean/Ventimiglia.html[/url]
Libro d'Oro
della Nobility di Mediterranean



Ventimiglia family


All Corrections/Additions are Welcome


1. Guglilemo II Ventimiglia (d. 1250), Conte di Ventimiglia, married to Emma N, with issue.


1.1. Enrico I Ventimiglia, (1226-66), Conte di Ventimiglia Cr: Conte di Geraci, married 1242 to [url=http://www.maltagenealogy.com/libro d'Oro/hauteville.html]Elisabetta
de Candida, Contessa di Geraci,[/url] with issue.


1.1.1. Pietro Ventimiglia, d. young.


1.1.2. Aldoino Ventimiglia, (d. 1289) Conte di Ventimiglia e Geraci, dunm.


1.1.3. Enrico II Ventimiglia, (1245-1300), Conte di Geraci,
married to Jacona N, with issue.


1.1.3.1. Francesco II Ventimiglia, (d.1338), Conte di Geraci,
married (1) 1315 to Costanza Chiaramonte di Modica., married (2) [url=http://www.maltagenealogy.com/libro d'Oro/hohenstaufen.html]Margherita
d'Antiocha[/url], with issue.


1.1.3.1.1. (Second Marriage) Emanuele Ventimiglia,
(d.1362), Conte di Geraci, married with issue.


1.1.3.1.1.1. Elizabetta Ventimiglia, married to
Raimondo de Cumbis.


1.1.3.1.1.2. Laura Ventimiglia, married to Notary
Pietro de Cumbis.


1.1.3.1.1.3. Francesco II Ventimiglia, (d. 1362) Conte di Geraci., dunm.


1.1.3.1.2. Francesco III Ventimiglia, (d. 1391), Conte di Collesano, Conte di Geraci, married 1350 to [url=http://www.maltagenealogy.com/Libro d'Oro della Mediterranean/delloria.html]Elizabetta
di Lauria,[/url] with issue.


1.1.3.1.2.1. Aldoino Ventimiglia, d.inf


1.1.3.1.2.2. Enrico Ventimiglia, (d. 1398), Conte di Geraci, married 1362 to Costanza Rosso dei Conti di Aidone., married 1375 to [url=http://www.maltagenealogy.com/libro d'Oro/Avolas.html]Bartolomea
d'Aragona dei Conti di Cammarata,[/url] married (3) to [url=http://www.maltagenealogy.com/Libro d'Oro della Mediterranean/tocco.html]Giovanna
di Tocco di Cefalonia[/url], with issue.


1.1.3.1.2.2.1. (Second Marriage), Giovanni I
Ventimiglia, (1382-1473), Conte di
Geraci, Cr: 1408 Marchese di Geraci.,

married (1) [url=http://www.maltagenealogy.com/libro d'Oro/Avolas.html]Agata
d'Aragona dei Baroni di Caccamo[/url], married (2) Isabella Ventimiglia dei
Signori di Ciminna, with issue.


1.1.3.1.2.2.1.1. (First Marriage) Antonio Ventimiglia,
(d. 1480), [b]2nd Marchese di Geraci
, married 1444 to Margherita Chiaramonte dei Conti di
Copertino, with issue.





Segue discendenza……………………….

Ancora sulla genealogia :

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Circa Antonio Ventimiglia partendo da questi dati
genealogici ho cercato tramite google ed ho trovato data la sua notorietà anche una pagina addirittura
su facebook:

vedi: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Notizie certo da prendere con le pinze e da verificare e
controllare con verifiche incrociate.

Vedi anche
Viceregno
Aragonese


dove è scritto :
<< Antonio; investito del marchesato di Geraci
nel 1473 e per meriti ottenne ... più volte deputato del regno, conte di
Ragalmuto e signore di Ventimiglia e .....>>
Leggibile sul sito:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]



Tramite Google Book
si trovano i testi ove è citato Antonio Ventimiglia o i Ventimiglia
marchesi di Geraci.

Nella ricerca ho trovato un manoscritto, un tempo nell’anno
1873(Milleottocentosettantatre) conservato presso la biblioteca Comunale di
Palermo.


Notizia riportata da :
[url=http://books.google.it/books?q= inauthor:]Gaspare
Rossi[/url] "I manoscritti della biblioteca comunale di Palermo", Lao, 1873,pagine
388





Alla pagina 303 vi è riportata notizia di un manoscritto dal
titolo :


<< I signori ContiMarchesi di Geraci capi dell'antichissima
casa Ventimiglia in Sicilia
>>


La Biblioteca Comunale di Palermo ha come sito:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

La sezione Manoscritti e rari non è visibile tramite il web ,
ma essa pare sia depositata nel Palazzo Marchesi in :


Piazza
SANTISSIMI QUARANTA MARTIRI AL CA N° 14



90134 Palermo


Telefono : 091584565

Dei pochi regesti di Fondi Manoscritti sono
visibili nel seguente sito :


[url=http://bigone.signum.sns.it/Isis/servlet/Isis?Conf=/usr/local/IsisGas/NapoliConf/Napoli.sys3.file&Obj=@Napolid.pft&Opt=search&Field0=!P=ALLEGRA C][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] C[/url].!


Si apprende dell’atto dotale tra Antonio
Ventimiglia e Margherita Chiaromonte in una rivista dal titolo
: *Nuova Rivista Storica


<< In Appendice, in edizione critica, l'atto dotale di Margherita Chiaromonte,
moglie dal 1444 di Antonio Ventimiglia — famiglia le cui vicende sono
inserite,
...>>

Questa notizia la ritroviamo alla pagina 475
della sudetta rivista.

La rivista :









<table class="MsoNormalTable" style="" border="0" cellpadding="0"><tr style=""><td style="padding: 0.75pt; width: 100%;" valign="top" width="100%">

</td></tr></table>







Periodico/Rivista:

*Nuova rivista storica

Editore

Societa editrice Dante Alighieri

Luogo pubbl.

Roma

Da anno - Ad anno

1917-


Ebbene la notizia è riportata nella rivista
dell’anno 1983, volume 67.





E’ conservato l’anno 1983 in :





[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] Biblioteca.
Seminario Giuridico. Facoltà di Giurisprudenza Università degli Studi P.zza
Cesare Battisti,1, 70121 Bari
, tel: 080-5717118, fax:
080-5717125 Posseduto: 1978-2005; Ultima
revisione catalogo 2010






Si hanno notizie di Antonio Ventimiglia nel
Volume 7 del testo :


Di Blasi Gambacorta, Giovanni Evangelista
Titolo Storia civile del regno di Sicilia / scritta per ordine di
S.R.M. (D.G.) re delle Due Sicilie dal suo regio istoriografo Gio. Evangelista
Di Blasi e Gambacorta,
Palermo : dalla r. stamp., 1811-1821


11 volumi in 17 ; 21 cm .


Si trova scritto nel
volume settimo tomo 1 alla pagina 164:


<< con dispaccio dei 7
di Giugno dello stesso anno 1480 scelse per Capitano
Generale di tutte le armi del Regno il Grande Ammiraglio Antonio Ventimiglia
Marchese di Geraci figlio primogenito del famoso Giovanni Ventimiglia….>>






E’ visibile ed è
scaricabile da google book:
[url=http://books.google.it/books?id=8rjQAAAAMAAJ&pg=PA164&dq=Antonio Ventimiglia&lr=&cd=155#v=onepage&q=Antonio Ventimiglia&f=false][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] Ventimiglia&lr=&cd=155#v=onepage&q=Antonio Ventimiglia&f=fals[/url]
In un altro testo
vi è scritto molto di AntonioVentimiglia figlio di Giovanni alla pagina
120





Il testo è :


Autore: Savasta,
Francesco
Titolo: Il famoso caso di Sciacca / scritto
dal dottor D. Francesco Savasta della medesima citta ; ridotto ora a migliore
lezione per cura del sac. Girolamo Di Marzo Ferro
Palermo : tip. di P.
Pensante, 1843 , V, 353, 16 p., 4, 2 c.
di tav. : ill. ; 23 cm

E’ visibile ed è scaricabile da google book:

[url=http://books.google.it/books?id=MWcFAAAAQAAJ&pg=PA120&dq=Antonio Ventimiglia&lr=&cd=21#v=onepage&q=Antonio Ventimiglia&f=false][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] Ventimiglia&lr=&cd=21#v=onepage&q=Antonio Ventimiglia&f=fals[/url]


Ed ancora di Antonio Ventimiglia, Marchese di Geraci e
Margherita Chiaromonte troviamo nel testo conosciutissimo
:

Studi di storia pugliese in onore di Giuseppe
Chiarelli / a cura di Michele Paone
, Galatina : Congedo, 1972-1980 ; 25 cm

Nel Volume 2 alla pagina 82 è scritto:





<<
...
di Antonio Ventimiglia
marchese di
Gerace, i quali avevano sposato
rispettivamente le sue nipoti ex sorore Isabella, Sancia e Margherita di

Chiaromonte. ...>>





Ed ancora troviamo :





<< CHIARAMONTE MARGHERITA
; va sposa ad Antonio, marchese di Gerace, figlio del
marchese di Ventimiglia, in Sicilia (an. 1444), 186, 17-19, 49-58. ...>>





Frase presente nel testo :




“ [url=http://books.google.it/books?id=pG1oAAAAMAAJ&q=Antonio Ventimiglia Marchese di Geraci e Margherita Chiaromonte&dq=Antonio Ventimiglia Marchese di Geraci e Margherita Chiaromonte&lr=&cd=4]I diurnali del
Duca di Monteleone‎” alla pagina 233
[/url]





Ettore
Pignatelli (duca di Monteleone.) - 1958 - 266 pagine











T. 21, pt.
5: I Diurnali del Duca di Monteleone

1958 [i. e. 1960].
XII, 266 p
Fasc. 1/4 del t. 21., pt. 5. (fasc. 377/380 dei RIS). - A cura
di M. Manfredi. - Pt. 4. del t. 21. pubbl. nel 1902
BN 607149.
I. [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Fa parte di: Rerum Italicarum scriptores
: raccolta degli storici italiani dal Cinquecento al Millecinquecento /
ordinata da L. A. Muratori






Nella Biblioteca Nazionale centrale di Firenze :






I diurnali del Duca di
Monteleone / a cura di Michele Manfredi

Bologna : N. Zanichelli, 1960.
XII, 266 p. ; 31 cm
Vol. composto dal fasc. 377/380
I. [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Fa parte di: Raccolta degli storici
italiani dal Cinquecento al Millecinquecento / ordinata da L. A. Muratori



Monografia - Materiale a stampa - Pubbl. in: Italia -
Lingua: italiano













<table class="MsoNormalTable" style="width: 100%;" border="0" cellpadding="0" width="100%"><tr style=""><td colspan="2" style="padding: 0.75pt;">
Biblioteca Medicea
Laurenziana

</td></tr><tr style=""><td style="padding: 0.75pt;" nowrap="nowrap">
Collocazione:
</td><td style="padding: 0.75pt; width: 90%;" width="90%">
C.109 (21.5)
</td></tr><tr style=""><td style="padding: 0.75pt;">
Inventario:
</td><td style="padding: 0.75pt;">
ML000034663 v. 21.5 (4 fasc.)
</td></tr></table>


















Non ho disdegnato la ricerca in sbn presso la Biblioteca Nazionale
Centrale di Firenze ho cercato ed ho trovato:









[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Storia della signoria in Sicilia : i Ventimiglia
2. ed. ampliata.
Padova : La garangola, 1977.
155 p. : tav. ; 24 cm
BN 796635.
1. Ventimiglia
- Storia
2. Signorie e principati -
Sicilia

929.7
(ed. 18) - CASE REALI, NOBILTA, ORDINI CAVALLERESCHI


Monografia - Materiale a stampa - Pubbl. in: Italia -
Lingua: italiano













<table class="MsoNormalTable" style="width: 100%;" border="0" cellpadding="0" width="100%"><tr style=""><td colspan="2" style="padding: 0.75pt;">
Bibl. Nazionale Centrale
di Firenze

Gli utenti registrati possono accedere ai servizi della
biblioteca scegliendo il numero di inventario del documento desiderato. Controllare
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] e [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] dei
servizi
.
</td></tr><tr style=""><td style="padding: 0.75pt;" nowrap="nowrap">
Collocazione:
</td><td style="padding: 0.75pt; width: 90%;" width="90%">
B.27.8. 5251
</td></tr><tr style=""><td style="padding: 0.75pt;">
Inventario:
</td><td style="padding: 0.75pt;">
[url=http://servizi.bncf.firenze.sbn.it/richieste/Servlet/Pubblica?BIB= CF&INV=1 990238122&AUTO=Y&BID=SBL0320467&NAT=M&ANNO=1977&AUT=Polizzi,
Carlo Fisber &TIT=Storia della signoria in Sicilia : i Ven...]CF990238122 1 v.[/url]
</td></tr></table>



















[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Profilo storico-genealogico dei Ventimiglia, signori delle
Madonie, principi di Belmonte
Palermo : Primavera, 1973.
129 p. : tav. ; 23 cm
BN 7310755.
1. Ventimiglia
- Storia

929 (ed.
18) - GENEALOGIA, ONOMASTICA, ARALDICA


Monografia - Materiale a stampa - Pubbl. in: Italia -
Lingua: italiano













<table class="MsoNormalTable" style="width: 100%;" border="0" cellpadding="0" width="100%"><tr style=""><td colspan="2" style="padding: 0.75pt;">
Bibl. Nazionale Centrale
di Firenze

Gli utenti registrati possono accedere ai servizi della
biblioteca scegliendo il numero di inventario del documento desiderato. Controllare
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] e [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] dei
servizi
.
</td></tr><tr style=""><td style="padding: 0.75pt;" nowrap="nowrap">
Collocazione:
</td><td style="padding: 0.75pt; width: 90%;" width="90%">
B.22.1.328
</td></tr><tr style=""><td style="padding: 0.75pt;">
Inventario:
</td><td style="padding: 0.75pt;">
[url=http://servizi.bncf.firenze.sbn.it/richieste/Servlet/Pubblica?BIB= CF&INV=1 990146678&AUTO=Y&BID=SBL0469291&NAT=M&ANNO=1973&AUT=Mogavero Fina,
Antonio &TIT=Profilo storico-genealogico dei Ventimig...]CF990146678 1 v.[/url]
</td></tr></table>
















E…………….. potremmo continuare nella ricerca con varie parole
chiave nel sito google book, [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] o su SBN
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Recandosi presso le pubbliche biblioteche tra vecchi
schedari RICA o regesti manoscritti, in Archivi di Stato ed altro………...


Io ho trovato questo.





La ricerca è molto, molto impegnativa, non so se sia stata
pubblicata una Biografia del Marchese di Geraci
Antonio Ventimiglia.





Saluti


Ultima modifica di Giovannimaria Ammassari il Lun Feb 15, 2010 8:53 am, modificato 2 volte

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Fernando il Dom Feb 14, 2010 8:33 pm

Grazie anche a te Giovanmaria, sei stato meticoloso e puntiglioso come sempre! Ed hai ben recepito anche il mio desiderio di sapere se esista una biografia, anche breve, su Antonio Ventimiglia che, come tu ben osservi, era conosciutissimo nel Regno di Napoli.

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  messer giorgio il Dom Feb 14, 2010 9:37 pm

Dal lungo ed esauriente elenco posto da messer Ammassari si evince il riferimento a due Antonio Ventimiglia.

Uno è figlio di Giovanni..
l'altro è figlio di Antonio e quindi nipote di Giovanni...

Il primo Antonio che fu Signore di Catanzaro, avendo sposato Enrichetta Ruffo, è conosciuto come Antonio Centelles. Ventimiglia è il cognome della madre.

Si veda Storia dei feudi e dei titoli nobiliari della Calabria Vol. II° del compianto Mario Pellicano Castagna

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
messer giorgio

Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 08.12.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Fernando il Dom Feb 14, 2010 11:15 pm

Grazie Messer Giorgio, anche per averci ricordato la vita avventurosa del famigerato condottiero di ventura, sposo di Enrichetta Ruffo. Scavando scavando forse riusciremo a delineare anche la figura di Antonio figlio di Antonio, sposo di Margherita di Clermont? Proviamoci!

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Fernando il Dom Feb 14, 2010 11:49 pm

Caro Giovanmaria,
Sei riuscito a consultare la rivista storica che tratta dell'atto dotale di Margherita di Clermont? E' un documento importante e, mi pare, non noto, per la storia del Principato di Taranto e della contee di Lecce e Copertino

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Lun Feb 15, 2010 10:10 am

Fernando ha scritto:Caro Giovanmaria,
Sei riuscito a consultare la rivista storica che tratta dell'atto dotale di Margherita di Clermont? E' un documento importante e, mi pare, non noto, per la storia del Principato di Taranto e della contee di Lecce e Copertino

Ciao Fernando,
ho sempre dimenticato di chiederti che nella lettura del prezioso "Tristano di Chiaromonte signore della Contea di Copertino" (SSPP Lecce, 2009) ho riscontrato Florimonte Protonobilissimo come testimone di un atto. Lo stesso è indicato come proveniente da Taranto. Si tratta del Florimonte Protonobilissimo principe di Muro Leccese imparentato (e da questi il titolo) con Giovannantonio Orsini del Balzo dei principi di Taranto?
La storia di questa famiglia "principesca" è molto confusa e studiando le tre genealogie (Montefusco-Shamà-Maggiulli) me ne sono convinto. Spero che i tuoi studi possano correlarsi con questo mio (futuro!).
Un abbraccio

Vincenzo

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  da Fiore il Lun Feb 15, 2010 10:46 am

messer giorgio ha scritto:Dal lungo ed esauriente elenco posto da messer Ammassari si evince il riferimento a due Antonio Ventimiglia.

Uno è figlio di Giovanni..
l'altro è figlio di Antonio e quindi nipote di Giovanni...

Il primo Antonio che fu Signore di Catanzaro, avendo sposato Enrichetta Ruffo, è conosciuto come Antonio Centelles. Ventimiglia è il cognome della madre.

Si veda Storia dei feudi e dei titoli nobiliari della Calabria Vol. II° del compianto Mario Pellicano Castagna

[url=http://www.condottieridiventura.it/condottieri/v/2109%20%20%20%20%20%20ANTONIO%20VENTIMIGLIA.htm
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] [/quote[/url]]

Esatto, egregio messere!
I Ventimiglia erano marchesi di Geraci Siculo.
La contea di Catanzaro fu, insieme al marchesato di Cotrone,, di Antonio Centelles Ventimiglia solo maritali nomine, in quanto aveva sposato la contessa di Catanzaro Enrichetta Ruffo. I due furono protagonisti di una congiura, prima perdonata dal re, poi definitivamente punita con la confisca di tutti i feudi, tanto che Cotrone diventò per sempre Città demaniale.
Però non vorrei sbagliare, ma l'attuale regina dei Belgi, non discende dai Conti di Catanzaro (estintisi con Enrichetta nei Centelles); donna Paola Ruffo di Calabria è figlia del Principe di Scilla, ramo della famiglia che proviene dai vecchi Conti di Sinopoli, dunque altro ramo di una delle più illustri e potenti famgilie feudali calabresi.
avatar
da Fiore

Numero di messaggi : 156
Data d'iscrizione : 11.01.09
Località : Gioiosa Jonica (RC)

http://www.lecalabrie.forumup.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Lun Feb 15, 2010 11:01 am

Fernando ha scritto:Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace, nel 1444 sposò Margherita di Clermont, principessa di Altamura e figlia di Tristano di Clermont e Caterina Orsini del Balzo, signori della contea di Copertino. Sono antenati di Paola Ruffo di Calabria,attuale regina dei Belgio. Cosa possono segnalarci i nostri forumisti e gli ospiti sulla vita e le vicende dei due nobili? Grazie.

Segnalo:
F. APRILE, Della Cronologia Universale della Sicilia, Palermo 1725, p. 275; il testo è scaricabile:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
dove si legge: <<1444[...] Antonio Ventimiglia primogenito del Marchese di Gerace impalmò Margherita sorelladi Isabella [di Chiaromonte, moglie di Ferdinando re di Napoli]>>.
Altre pagine sono dedicate alla figura di Antonio Ventimiglia.

Altre notizie le troverai in F. GAETANI, Della Sicilia Nobile, Palermo 1759.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Saluti

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Fernando il Lun Feb 15, 2010 12:40 pm

da Fiore ha scritto:[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] [/quote[/url]]

Esatto, egregio messere!
I Ventimiglia erano marchesi di Geraci Siculo.
La contea di Catanzaro fu, insieme al marchesato di Cotrone,, di Antonio Centelles Ventimiglia solo maritali nomine, in quanto aveva sposato la contessa di Catanzaro Enrichetta Ruffo. I due furono protagonisti di una congiura, prima perdonata dal re, poi definitivamente punita con la confisca di tutti i feudi, tanto che Cotrone diventò per sempre Città demaniale.
Però non vorrei sbagliare, ma l'attuale regina dei Belgi, non discende dai Conti di Catanzaro (estintisi con Enrichetta nei Centelles); donna Paola Ruffo di Calabria è figlia del Principe di Scilla, ramo della famiglia che proviene dai vecchi Conti di Sinopoli, dunque altro ramo di una delle più illustri e potenti famgilie feudali calabresi.

E' vero, la Regina dei Belgi non discende dai conti di Catanzaro, ma sicuramente da Antonio Ventimiglia e Margherita di Clermont, la cui figlia Maria si maritò con Artal Folch de Cardona conte di Golisano. Dopo vari matrimoni con le famiglie d'Aragona, Moncada e Alliata, un'appartenente a quest'ultima famiglia, Maria Felice Alliata sposa Fulco Giordano Ruffo di Calabria principe di Scilla. Ecco i Ruffo, altra grande famiglia del regno di Napoli e delle Due Sicilie.
Che bella la storia!
Grazie a tutti per i contributi che inviate sull'argomento.

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Lun Feb 15, 2010 3:32 pm

Fernando ha scritto:Caro Giovanmaria,
Sei riuscito a consultare la rivista storica che tratta dell'atto dotale di Margherita di Clermont?

Fernando,
non ho mai visto questa Rivista, a me risultava sconosciuta sino ad oggi.
Da un’altra breve ricerca ho appreso che essa è presente anche presso le Biblioteche dell’Università del Salento in Lecce(LE).
Ma tra il loro “posseduto” non risulta vi sia l’anno 1983 , inizia il loro posseduto dell’anno 1988 sino all’anno 2006, vi è anche l’anno 1969.
Purtroppo per te non è nemmeno presente come testata di periodico tra le tante Biblioteche del Polo Bibliografico di Brindisi.
Credo che il posto ove essa è conservata più vicino sia Bari(BA) .

Io l’ho trovata in Bari(BA) ed è per questo che ho riportato le coordinate della Biblioteca che la posside.
Il sito web del Seminario Giuridico ove vi è annessa la Biblioteca della Facoltà di Giurisprudenza Università degli Studi di Bari è questo:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Maggiori dettagli circa la Biblioteca. Seminario Giuridico. Facoltà di Giurisprudenza Università degli Studi di Bari gli puoi trovare in questo link:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Avendo il codice BA040 ed essendo questo periodico un DOCUMENT DELIVERY (Richiesta fornitura documenti) ed un documento /ILL/ (Condizioni Prestito)

Puoi richiedere delle fotocopie dei saggi tramite e-mail o altro , per maggiori dettagli vedi questo link:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

riguardo la rivista “ Nuova Rivista storica “e la Biblioteca è scritto :


<< BA040 Biblioteca. Seminario Giuridico. Facoltà di Giurisprudenza Università degli Studi [BARI]
Richiedi il documento attraverso <il servizio ILL NILDE> <la posta elettronica>
Posseduto : [ Anni ] 1978-2005;
Le biblioteche possono ottenere fotocopie di articoli per i loro utenti inviando richiesta via fax, per posta o tramite e-mail. I documenti vengono inviati per posta ordinaria o in formato pdf. E' richiesta la reciprocità del servizio. Indirizzo SKYPE: seminario giuridico
>>

Più di questo Fernando non sono riuscito a sapere per ora.
Può essere che questa Rivista sia conservata anche in Biblioteche private, oppure in Biblioteche pubbliche che non aderiscono ad SBN o ad ACNP .
La ricerca va fatta di persona, con le proprie gambe e con le proprie mani il computer ed il web resta un valido supporto, un valido sussidio, un importante aiuto, ma l’Uomo resta sempre l’Uomo.
Saluti
Giò Very Happy Very Happy Very Happy

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Fernando il Lun Feb 15, 2010 5:36 pm

Ancora grazie Giò. L'oceano mi impedisce di recarmi di persona a Bari. Cercherò di farlo tramite internet e comunque appena possibile.

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Lun Feb 15, 2010 6:54 pm

Cercando ho trovato delle altre citazioni
bibliografiche circa Margherta
Chiaramonte, ed il suo matrimonio con Antonio Ventimiglia.





1) Autore: Motta, Giovanna
Titolo: Strategie familiari e
alleanze matrimoniali in Sicilia nell'eta della transizione : (secoli 14.-17.)
/ Giovanna Motta ,
Firenze : Olschki, 1983,VIII, 148 p., [7] p. di tav.
; 24 cm





Alla pagina 138 (forse un Indice
è scritto):


<< Margherita Chiaramonte Ventimiglia, 55, ... >>






2) Autore:
Policastro, Santo
Titolo: La Sicilia
: dall'era paleolitica al 1960 d. C. ; Le sue citta : dal 1500 a. C. al 1960 d. C. ;
Le isole Eolie, Pantelleria ed Ustica / Santo Policastro ,
[S.l.,
1961?] 472 p. : ill. ; 24 cm





Alla pagina 97 è scritto:


<< ... figlio
del Conte di Gerace, nonchè di Margherita Chiaramonte e figli, tutti
rei di alto tradimento; in esso si fortificò Corrado Capece dopo la disfatta ...>>





3) Titolo: Rivista
araldica



Numerazione
Anno 3°, n. 12 (dic. 1905)---a. 88, fasc. 849, n. 10-12 (ott.-dic. 1991); a. 85
(1992) Pubblicazione:Roma : Collegio araldico, [1905-1992]


87 volumi. : ill. ; 24 cm


Mensile, poi annuale
dal 1992


[Continuazione di] Rivista del
Collegio araldico






In un numero dell’anno 1933 si
legge a pagina 9:






<<
...
figliuola di Antonio, 11 marchese
di Geraci e di Margherita Chiaramonte, la
quale era figlia di Tristano. conte di Copertino e di Caterina Orsini di ...>>









4) Autore: Carducci,
Giovangualberto
Titolo: Studi sul Principato di
Taranto in eta orsiniana / Giovangualbero [i. e. Giovangualberto] Carducci,
Andreas Kiesewetter, Giancarlo Vallone,
Bari : Editrice tipografica,
2005


Alla pagina 201 si legge:





<< 150nota Ventimiglia, Maria (figlia di Antonio
e Margherita
Chiaromonte): 150n Vetere B.: 8n Vielliard J.: 38n Villapiana (prov. ...>>



5)
Autore: Summonte, Giovanni Antonio


















Titolo : 3:
Dell'historia
della città, e regno di Napoli‎
Tomo terzo, oue si descriuono le
vite, e fatti de' suoi re Aragonesi dall'anno 1442 fino all'anno 1500. Con le
loro effigie, e col racconto de' titolati, de' magistrati, e degli huomini
illustri, ...
In Napoli : a
spese di Antonio Bulifon libraro all'insegna della Sirena, 1675,[28], 558 [i.e.
624] p., [1] c. di tav





A pagina 46 sono riportate poche righe sul Matrimonio


Del testo tramite google book vi è la


Visualizzazione
completa
al seguente link:





[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]








Circa
poi Antonio Ventimiglia Centelles:






6) Autore: Figlia, Francesco
Titolo : Il Seicento in Sicilia : aspetti di vita quotidiana a Petralia
Sottana, terra feudale / Francesco Figlia ; presentazione di Luciano Canfora ;
con una testimonianza di Adriano Prosperi ; editing e indice dei nomi a cura di
Vincenzo M. Corseri
Palermo : Officina di studi medievali, 2008
Descrizione fisica161 p., [16] c. di tav. : ill. ; 24 cm





Visualizzazione
sul link:



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]








Saluti

Giò


PS: Ma divertiti lì oltreoceano e pensaci dopo ai Chiaramonte ed ai Ventimiglia

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  messer giorgio il Lun Feb 15, 2010 10:07 pm

Dalla bibliografia della Storia dei feudi e dei titoli nobiliari della Calabria di Mario Pellicano Castagna segnalo:

Regis Ferdinandi Primi Instructionem Liber (10 maggio 1486-10 maggio 1488), a cura di L. Volpicella, nella collana "Monumenti storici pubblicati dalla Società Napoletana di Storia Patria", Napoli 1916

E. Pontieri -La Calabria a metà del secolo XV e le rivolte di Antonio Centelles, Napoli 1963

sono alcuni dei testi consultati da Pellicano Castagna per scrivere di Antonio Centelles.

Cordialmente, messer giorgio
avatar
messer giorgio

Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 08.12.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antonio Ventimiglia, marchese di Gerace.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 :: GENERALE :: Storia

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum