Santi Salentini

 :: GENERALE :: Storia

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Sab Dic 05, 2009 12:18 pm

Vincenzo,
allora inseriamo anche San Pompilio Maria Pirrotti Religioso delle Scuole Pie, (Padre Scolopio)
nato a Montecalvo Irpino (AV), 29 settembre 1710 - Campi Salentina, (Lecce), 15 luglio 1766)che si adoperò con il suo apostolato in Campi Salentina (LE).
Vedi :
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Per San Bernardino Realino già ti avevo detto..........

Saluti e Salute a te Vincenzo

Ti Abbraccio cheers cheers cheers

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Fernando il Sab Dic 05, 2009 3:58 pm

Vincenzo D'Aurelio ha scritto:
Fernando ha scritto:Per i copertinesi San Giuseppe Desa, come si dice: basta e avanza! Ma segnalo anche un suo compagno e conterraneo: Fra Silvestro Calia da Copertino detto "Il Beato", oggi ancora Venerabile Servo di Dio, sul quale Padre Bonaventura da Lama così si esprime: "Per cognizione della propria nientezza si rendeva formidabile ai Demonj, non vedendolo persona spiritata, che non restasse libera dall'invasione (...) mosso fra Silvestro a pietà, con una gran fede a Dio ed a Maria sempre Vergine, discacciava i diavoli".
Al nostro, nato il 13 gennaio e battezzato il 18 gennaio 1581 in Copertino, i genitori Francesco Calia e Laura Fortina imposero il nome di Giovanni Paolo. Fu frate minore della Serafica Riforma ed era stato avviato ad essere "Religioso Fratello" all'età di 23 anni nel Convento di Santa Maria di Casole dove morì il 18 luglio 1621. I suoi resti mortali sono nella Basilica di Santa Maria ad Nives di Copertino.

E dici poco Fernando?... L'altro ieri leggevo un panegirico sulla vita del santo e a parte il componimento già di per sé "altamente glorioso", mi sono reso conto che fu davvero il Santo che fece della "sopportazione" la strada per incarnare il Cristo. Mi sono ripromesso di scrivere qualcosa e sto attendendo delle copie da Roma. Ma questa è un'altra storia.
Quanto a Fra' Silvestro non lo conoscevo però mi vien da fare un'osservazione. Avete notato che la maggior parte dei Santi salentini che si stanno elencando fanno parte dell'Ordine Francescano a cavallo tra i secoli XVI-XVII? cheers

E fu soprattutto un "Martire dell'Obbedienza"!

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Santi Alfio, Cirino e Filadelfo

Messaggio  Ospite il Sab Dic 05, 2009 5:39 pm

Marcello ha scritto:
eracleion ha scritto:ci sono i tre martiri di vaste ,i santi alfio cirino e filadelfio. di ugento e' una santa eulalia.credo che don quintino sicuro di melissano (ex sott'ufficiale della guardia di finanza) sia diventato beato.stefano ci venga in aiuto,lui dovrebbe saperlo.i tre fratelli di vaste ,figli di benedetta vitale,morirono a lentini dopo lunghe sofferenze.ad alfio gli fu' strappata la lingua e poi mori' dissanguato,filadelfio fu' arrostito su una graticola,e cirino si butto da solo nella pece bollente.

Ad Alfio, Cirino e Filadelfo, tutti nati a Vaste di Poggiardo, occorre aggiungere Benedetta e Vitale. Benedetta fu moglie di Vitale, madre dei precedenti e di un'altra, poi madre del martire Erasmo.

ecco le tre statue dei Santi venerati a Vaste, nella cui parrocchiale ho fatto la foto:

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

S. Benedetta a Vaste

Messaggio  Ospite il Sab Dic 05, 2009 5:41 pm

Marcello ha scritto:
Ad Alfio, Cirino e Filadelfo, tutti nati a Vaste di Poggiardo, occorre aggiungere Benedetta e Vitale. Benedetta fu moglie di Vitale, madre dei precedenti e di un'altra, poi madre del martire Erasmo.

ed ecco il busto di S. Benedetta, sempre fotografato a Vaste


Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  eracleion il Sab Dic 05, 2009 10:54 pm

Vincenzo D'Aurelio ha scritto:
Marcello ha scritto:San Bernardino Realino, che a Lecce creò un collegio di gesuiti, cui si dedicò fino alla morte. Proclamato santo da Pio XII nel 1947

Inseriamo San Bernardino Realino, San Dana e Sant'Oronzo pur non essendo nati nel Salento perchè il loro operato fu fodamentale in questa nostra terra.
Per tal motivo l'elenco si comporrà con tutti quei Santi e Beati che sono nati nel Salento o che in esso abbiano avuto un particolare e indimenticabile apostolato.
Grazieeeeee! cheers
allora possiamo aggiungere anche i santi giusto e fortunato.
avatar
eracleion

Numero di messaggi : 78
Data d'iscrizione : 31.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Lun Dic 07, 2009 1:53 pm

Grazie Marcello,
delle bellissime foto. Mi piace osservare nei Santi quegli elementi che li accomunano ad altri santi (v. la palma del martirio di Santa Benedetta) e mi piace pensare quante di queste Sante Figure nascondino tantissimi elementi che sono molto più antichi dell'avvento cristiano nel Salento. cheers

P.S. Eraclion ho aggiunto i ns. SAn Fortunato e Giusto!!!

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Daniela Bacca il Lun Dic 07, 2009 2:07 pm

Non so se è stata segnalata S. Cesarea, da cui prende nome la località salentina.

"Cesaria Vinciguerra, nacque in un dicembre del secolo XIV da Luigi e Lucrezia, dopo una attesa di oltre dieci anni dal matrimonio e al termine di una pia pratica delle devozioni sabatine, suggerita da un eremita Giuseppe Benigno.
Rimasta orfana della madre quando era ancora adolescente, Cesarea fu costretta ad abbandonare la casa dei genitori, per sfuggire alle insane tentazioni del padre; si rifugiò in una grotta della marina di Castro, sotto un colle roccioso presso Otranto. (secondo la legenda nella Costiera della nostra Cittadina)
Qui visse la sua vita di privazioni e di preghiera, votata ad una totale dedizione a Dio, divenendo una eremita la cui fama si estese in tutta la Terra d’Otranto. Dopo la sua morte avvenuta nella grotta da dove non era più uscita, sempre nel secolo XIV, fu eretta una chiesa sul posto, che divenne centro del suo culto fin dal secolo XVII. "
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 41
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Ospite il Lun Dic 07, 2009 2:17 pm

Daniela Bacca ha scritto:Non so se è stata segnalata S. Cesarea, da cui prende nome la località salentina.

"Cesaria Vinciguerra, nacque in un dicembre del secolo XIV da Luigi e Lucrezia, dopo una attesa di oltre dieci anni dal matrimonio e al termine di una pia pratica delle devozioni sabatine, suggerita da un eremita Giuseppe Benigno.
Rimasta orfana della madre quando era ancora adolescente, Cesarea fu costretta ad abbandonare la casa dei genitori, per sfuggire alle insane tentazioni del padre; si rifugiò in una grotta della marina di Castro, sotto un colle roccioso presso Otranto. (secondo la legenda nella Costiera della nostra Cittadina)
Qui visse la sua vita di privazioni e di preghiera, votata ad una totale dedizione a Dio, divenendo una eremita la cui fama si estese in tutta la Terra d’Otranto. Dopo la sua morte avvenuta nella grotta da dove non era più uscita, sempre nel secolo XIV, fu eretta una chiesa sul posto, che divenne centro del suo culto fin dal secolo XVII. "

non conoscevo il periodo in cui visse la santa salentina, che mi torna molto utile a proposito del comune di Porto Cesareo, un tempo Cesarea, distinta ovviamente da S. Cesarea Terme, dove è anche la santa patrona.
Nei documenti cinquecenteschi Porto Cesareo è denominata Cesarea, ma in quelli quattrocenteschi è detta Piscarìa o feudo di Piscarìa, della città di Nardò. Il nome probabilmente dovette mutare dopo aver appreso delle virtù della santa. A questo punto sarebbe utile vedere quando è stata beatificata, per giustificare il toponimo nel corso dei secoli. Grazie Daniela

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Lun Dic 07, 2009 2:22 pm

Marcello ha scritto:
Daniela Bacca ha scritto:Non so se è stata segnalata S. Cesarea, da cui prende nome la località salentina.

"Cesaria Vinciguerra, nacque in un dicembre del secolo XIV da Luigi e Lucrezia, dopo una attesa di oltre dieci anni dal matrimonio e al termine di una pia pratica delle devozioni sabatine, suggerita da un eremita Giuseppe Benigno.
Rimasta orfana della madre quando era ancora adolescente, Cesarea fu costretta ad abbandonare la casa dei genitori, per sfuggire alle insane tentazioni del padre; si rifugiò in una grotta della marina di Castro, sotto un colle roccioso presso Otranto. (secondo la legenda nella Costiera della nostra Cittadina)
Qui visse la sua vita di privazioni e di preghiera, votata ad una totale dedizione a Dio, divenendo una eremita la cui fama si estese in tutta la Terra d’Otranto. Dopo la sua morte avvenuta nella grotta da dove non era più uscita, sempre nel secolo XIV, fu eretta una chiesa sul posto, che divenne centro del suo culto fin dal secolo XVII. "

non conoscevo il periodo in cui visse la santa salentina, che mi torna molto utile a proposito del comune di Porto Cesareo, un tempo Cesarea, distinta ovviamente da S. Cesarea Terme, dove è anche la santa patrona.
Nei documenti cinquecenteschi Porto Cesareo è denominata Cesarea, ma in quelli quattrocenteschi è detta Piscarìa o feudo di Piscarìa, della città di Nardò. Il nome probabilmente dovette mutare dopo aver appreso delle virtù della santa. A questo punto sarebbe utile vedere quando è stata beatificata, per giustificare il toponimo nel corso dei secoli. Grazie Daniela

Marcello la Chiesa nutre dubbi sull'esistenza stessa della Santa. Il culto è un culto tollerato per cui non esiste un processo di beatificazione o di canonizzazione... Con buona probabilità è sincresia religiosa e deriva da un culto molto più antico, mitologico direi. Mi fai preparare l'articolo per cultura salentina??? ... rischio di dirti tutto:D Very Happy Wink

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  tasmanian il Lun Dic 07, 2009 3:00 pm

Vincenzo D'Aurelio ha scritto:Grazie Marcello,
delle bellissime foto. Mi piace osservare nei Santi quegli elementi che li accomunano ad altri santi (v. la palma del martirio di Santa Benedetta) e mi piace pensare quante di queste Sante Figure nascondino tantissimi elementi che sono molto più antichi dell'avvento cristiano nel Salento. cheers

P.S. Eraclion ho aggiunto i ns. SAn Fortunato e Giusto!!!

Sapevo che la palma, nella simbologia cristiana, rappresentava i così detti "palmieri" e cioè i pellegrini che avevano effettuato un viaggio in Terra Santa. Così come la conchiglia per quelli che avevano effettuato il pellegrinaggio a Santiago de Compostella. Aveva anche il significato del martirio?
avatar
tasmanian

Numero di messaggi : 149
Data d'iscrizione : 22.01.09
Età : 77
Località : Nardò

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Ospite il Lun Dic 07, 2009 3:07 pm

tasmanian ha scritto:
Vincenzo D'Aurelio ha scritto:Grazie Marcello,
delle bellissime foto. Mi piace osservare nei Santi quegli elementi che li accomunano ad altri santi (v. la palma del martirio di Santa Benedetta) e mi piace pensare quante di queste Sante Figure nascondino tantissimi elementi che sono molto più antichi dell'avvento cristiano nel Salento. cheers

P.S. Eraclion ho aggiunto i ns. SAn Fortunato e Giusto!!!

Sapevo che la palma, nella simbologia cristiana, rappresentava i così detti "palmieri" e cioè i pellegrini che avevano effettuato un viaggio in Terra Santa. Così come la conchiglia per quelli che avevano effettuato il pellegrinaggio a Santiago de Compostella. Aveva anche il significato del martirio?

assolutamente si. E' un attributo classico che denota martirio

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Lun Dic 07, 2009 3:11 pm

tasmanian ha scritto:
Vincenzo D'Aurelio ha scritto:Grazie Marcello,
delle bellissime foto. Mi piace osservare nei Santi quegli elementi che li accomunano ad altri santi (v. la palma del martirio di Santa Benedetta) e mi piace pensare quante di queste Sante Figure nascondino tantissimi elementi che sono molto più antichi dell'avvento cristiano nel Salento. cheers

P.S. Eraclion ho aggiunto i ns. SAn Fortunato e Giusto!!!

Sapevo che la palma, nella simbologia cristiana, rappresentava i così detti "palmieri" e cioè i pellegrini che avevano effettuato un viaggio in Terra Santa. Così come la conchiglia per quelli che avevano effettuato il pellegrinaggio a Santiago de Compostella. Aveva anche il significato del martirio?

Si Tasmanian. La Palma è un simbolo cristiano di grande importanza inserito anche nell'iconografia cristiana anche se non so se possa essere ad essa attribuibile.
In G. ROCCHETTI, Dizionario illustrato dei simboli, Hoepli, Milano 1922 si trova:
Martiri.
Coloro che perdono la vita fra le torture piuttosto
che rinnegare la propria fede. — Agnello, come emblema
della mitezza dei martiri. Corona, quale ricompensa.
Palma, attributo speciale dei martiri. Rosso,
a coloro che morirono per la fede di Gesù Cristo, ì
pittori usano dare il manto rosso, in segno del loro
martirio e il sangue sparso. Strumenti di supplizio.

Martirio.
Ampolla o vaso colorato in vermiglio e la palma.
Argento. Bianco, coloro che, come l'argento, rappresenta
la purezza della fede. Cilicio. Croce, strumento
di martirio. Palma la quale, se non è accompagnata
da un vaso di sangue, non basta, secondo
alcuni, per annunciare il premio del martirio nell'immortalità
dei beni celesti.
Rosa rossa, simbolo de!
sangue versato. Rosso. Sarda, pietra dedicata al martirio.
Vaso.

Un caro saluto.

cheers

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  tasmanian il Lun Dic 07, 2009 3:15 pm

Marcello ha scritto:
tasmanian ha scritto:
Vincenzo D'Aurelio ha scritto:Grazie Marcello,
delle bellissime foto. Mi piace osservare nei Santi quegli elementi che li accomunano ad altri santi (v. la palma del martirio di Santa Benedetta) e mi piace pensare quante di queste Sante Figure nascondino tantissimi elementi che sono molto più antichi dell'avvento cristiano nel Salento. cheers

P.S. Eraclion ho aggiunto i ns. SAn Fortunato e Giusto!!!

Sapevo che la palma, nella simbologia cristiana, rappresentava i così detti "palmieri" e cioè i pellegrini che avevano effettuato un viaggio in Terra Santa. Così come la conchiglia per quelli che avevano effettuato il pellegrinaggio a Santiago de Compostella. Aveva anche il significato del martirio?

assolutamente si. E' un attributo classico che denota martirio

Grazie molte a Marcello e Vincenzo!
avatar
tasmanian

Numero di messaggi : 149
Data d'iscrizione : 22.01.09
Età : 77
Località : Nardò

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Daniela Bacca il Lun Dic 07, 2009 8:02 pm

Non so se è stato già citato dagli amici del forum. Un altro Santo che potrebbe avere legami con il Salento è Sant'Alessandro Sauli, parente dei grandi e potenti feudatari "Serafini Sauli", baroni di Tiggiano.
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 41
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Lun Dic 07, 2009 8:06 pm

Daniela Bacca ha scritto:Non so se è stato già citato dagli amici del forum. Un altro Santo che potrebbe avere legami con il Salento è Sant'Alessandro Sauli, parente dei grandi e potenti feudatari "Serafini Sauli", baroni di Tiggiano.

No cara Daniela, non è citato però leggo che è nato a Milano e morto a Calosso d'Asti. Operò nel nord e fu Vescovo in Corsica. Tu hai notizie salentine?

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Daniela Bacca il Lun Dic 07, 2009 8:29 pm

Vincenzo D'Aurelio ha scritto:
Daniela Bacca ha scritto:Non so se è stato già citato dagli amici del forum. Un altro Santo che potrebbe avere legami con il Salento è Sant'Alessandro Sauli, parente dei grandi e potenti feudatari "Serafini Sauli", baroni di Tiggiano.

No cara Daniela, non è citato però leggo che è nato a Milano e morto a Calosso d'Asti. Operò nel nord e fu Vescovo in Corsica. Tu hai notizie salentine?

Ricordo solo che del legame famigliare dei baroni Serafini Sauli con Sant'Alessandro. Infatti, nella Chiesa di Tiggiano vi è una tela di Saverio Lillo che lo raffigura, e nella sagrestia del Santuario di Santa Maria di Leuca una sua statua in cartapesta.
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 41
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Daniela Bacca il Lun Dic 07, 2009 8:36 pm

Ebbe esperienza a Lecce anche un altro Santo. Non so, Vincenzo, se stai "catalogando" anche coloro che hanno avuto un rapporto con il Salento.
Carlo Spinola, figlio di Ottavio dei conti di Tassarolo, nacque nel 1564, non si sa bene se a Genova oppure a Praga, dove il padre era al sevizio di Rodolfo II d’Asburgo. Trascorse la sua giovinezza, ospite dello zio Filippo vescovo di Nola, impegnandosi negli studi classici e nelle pratiche dell’arte cavalleresca.
A 20 anni, saputo del martirio del gesuita Rodolfo Acquaviva in India, entrò in crisi d’identità, che sfociò nella scelta di entrare nella Compagnia di Gesù (21 dicembre 1584). Fece il noviziato a Napoli ed a Lecce, sotto la guida di s. Bernardino Realino, ebbe come compagno di studi s. Luigi Gonzaga, compì gli studi filosofici e teologici venendo ordinato sacerdote nel 1594 a Milano. "

"
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 41
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Ospite il Lun Dic 07, 2009 9:54 pm

non so se è stata menzionata sant'Irene, per la tradizione originaria di Lecce, nata nel 39 d.C., morta il 4 maggio del 68.

Vincenzo, nell'elenco prevedi anche i Servi di Dio? nel Salento ne abbiamo davvero tanti

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Mar Dic 08, 2009 8:50 am

Marcello ha scritto:non so se è stata menzionata sant'Irene, per la tradizione originaria di Lecce, nata nel 39 d.C., morta il 4 maggio del 68.

Vincenzo, nell'elenco prevedi anche i Servi di Dio? nel Salento ne abbiamo davvero tanti

Non saprei Marcello, inizialmente avevo pensato solo a Santi e Beati prò se mi dici che è un bel numero dovremmo inserirli. Lo facciamo?

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Ospite il Mar Dic 08, 2009 9:04 am

credo di si

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Mar Dic 08, 2009 9:21 am

Marcello ha scritto:credo di si
cheers E allora vai, poi aggiorno l'elenco con quelli che sono stati già segnalati. Grazie!

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Mar Dic 08, 2009 6:57 pm

Vincenzo,
se noi si può inserire anche i Servi di Dio vado ad inserire il nome di un Sacerdote che mi ha battezzato,un Santo Sacerdote che ho avuto l'onore di conoscere.
Trattasi di Monsignor Ugo De Blasi (nato a Lecce il 13 Settembre 1918-morto a Lecce il 06 febbraio 1982.

Io lo frequentavo insieme a mio padre e mi sono confessato tante volte da lui.

E' in corso il processo di beatificazzione da tempo.
La sua vita sacerdotale si svolse a Lecce, e tornò da Parroco nella Parrocchia dove ricevette il Santo Battesimo nel 1918 e dove concluse la sua esistenza improvvisamente la mattina del 6 febbraio 1982 mentre recitava il rosario inginocchiato ai piedi dell’immagine della Vergine del Rosario nella Basilica di San Giovanni Battista (Chiesa del Rosario-Lecce).
Il suo corpo mortale riposa in un sarcofago proprio in quella Basilica.
vi è un sito web a lui dedicato da tutti coloro che lo conobbero e lo ebbero come direttore spirituale, amico e fratello nella fede.
Vedi :
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Per il processo di canonizzazione vedi:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Vincenzo se puoi inserire Don Ugo de Blasi un sacerdote che viveva di Dio in Dio per Dio.Non parlava di Dio ma la sua vita manifestava Dio, ed era Dio a parlare tramite la sua modesta persona.
Un Sacerdote unico.

Saluti
Giovannimaria

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Mer Dic 09, 2009 1:10 pm

Grazie della segnalazione GiovanMAria,
spero di allungare ancora questo elenco. Sarebbe una bella idea raccogliere poi un po' tutte le agiografie e scrivere una storia religiosa salentina attraverso questi nostri Santi. Che pensi?

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Mer Dic 09, 2009 4:01 pm

Vincenzo D'Aurelio ha scritto:Grazie della segnalazione GiovanMAria,
spero di allungare ancora questo elenco. Sarebbe una bella idea raccogliere poi un po' tutte le agiografie e scrivere una storia religiosa salentina attraverso questi nostri Santi. Che pensi?

Vincenzo,
se il "Che pensi?" è rivolto a me -(Giovannimaria Ammassari)- io sono favorevole.
Mi metterò all'opera ed insieme,con il contributo di tutti i colleghi forumisti potremmo scrivere e fare Storia.
Credo però che convenga chiedere al Moderatore del Forum Storia Fernando e forse primo fra tutti chiedere all'Amministratore Gianfranco, non vorrei- almeno io -, scrivere per la terza volta messaggi ed il giorno dopo,o dopo un pò di giorni,inaspettatamente,senza nessun avviso,o con avviso pubblico non vederli più .
E' vero che non c'è due senza tre, ma conviene chiedere. Convieni con me????????
Chiedi come tu hai già fatto :
Che pensi?

Un saluto ed un abbraccio a te Vincenzo

Giovannimaria cheers cheers

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Mer Dic 09, 2009 4:12 pm

Giovannimaria Ammassari ha scritto:
Vincenzo D'Aurelio ha scritto:Grazie della segnalazione GiovanMAria,
spero di allungare ancora questo elenco. Sarebbe una bella idea raccogliere poi un po' tutte le agiografie e scrivere una storia religiosa salentina attraverso questi nostri Santi. Che pensi?

Vincenzo,
se il "Che pensi?" è rivolto a me -(Giovannimaria Ammassari)- io sono favorevole.
Mi metterò all'opera ed insieme,con il contributo di tutti i colleghi forumisti potremmo scrivere e fare Storia.
Credo però che convenga chiedere al Moderatore del Forum Storia Fernando e forse primo fra tutti chiedere all'Amministratore Gianfranco, non vorrei- almeno io -, scrivere per la terza volta messaggi ed il giorno dopo,o dopo un pò di giorni,inaspettatamente,senza nessun avviso,o con avviso pubblico non vederli più .
E' vero che non c'è due senza tre, ma conviene chiedere. Convieni con me????????
Chiedi come tu hai già fatto :
Che pensi?

Un saluto ed un abbraccio a te Vincenzo

Giovannimaria cheers cheers

Penso bene! Very Happy Very Happy Very Happy E' ovvio o tutti o nessuno! sunny Comunque sia è stupendo l'elenco che si sta creando perchè si spazia dai primordi della cultura cristiana, al tempo greco e latino e da questo sino alla controriforma sino ai nostri "SANTI" contemporanei. Credo che questo elenco già di per sé dimostri quanto la tradizione cultuale salentina è complessa, articolata e meravigliosamente varia! cheers

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Santi Salentini

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 :: GENERALE :: Storia

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum