SANT'ISIDORO

 :: GENERALE :: Storia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

SANT'ISIDORO

Messaggio  Fernando il Lun Nov 30, 2009 6:57 pm

Dopo la sconsolante foto della cappella oltraggiata, postata da Fabrizio, propongo di riabilitare la bella marina di Nardò, "occupata" ab immemore dai copertinesi, non solo postando le belle immagini del luogo ma con ogni contributo storico che la riguardi. Di Sant'Isidoro, per esempio, ha scritto nel "De situ Japigiae" il grande umanista di Galatone, Antonio de Ferrariis detto il Galateo. E della sua elegante torre costiera numerosi ricercatori. Tentiamo di saperne di più?

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

torre S. Isidoro

Messaggio  Maria Aurora Trentadue il Mar Dic 01, 2009 9:23 am

Da architetto che sta conducendo una ricerca bibliografica-archivistica sulle torri costiere dell'area salentina, posto qui alcune notizie sulla torre S. Isidoro. Appena avrò qualche notizia in più, che sarà coadiuvata da sopralluoghi in loco finalizzati alla conoscenza diretta del monumento e alla sua lettura "critica" relativamente ai materiali che lo costituiscono e al suo stato di conservazione riferito al livello di degrado superficiale generato nel tempo a causa di una molteplicità di fattori, tutti differenti tra loro, sarò ben lieta di completare il mio contributo.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] (una delle tante immagini di torre S. Isidoro)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] (planimetria del piano agibile)

Località: S. Isidoro. Comune di Nardò. Situata a 3 metri s.l.m.

La possente torre fu costruita nel 1565, e ricostruita dalle fondamenta nel 1622, si affaccia su una lunga distesa sabbiosa. Dal basamento scarpato di forma tronco-piramidale, culminante in un primo cordolo, si sviluppa il resto della struttura secondo una forma di parallelepipedo: questa porzione a parallelepipedo è caratterizzata da un secondo cordolo stante a dividere il primo ed il secondo piano dei tre esistenti: In cima sono presenti in tutto quattro caditoie (una per lato). L’ampia e ripida scala poggiata su due arcate fu aggiunta in epoca successiva e l’ingresso principale presenta ancora i segni dell’originale ponte levatoio. E’ stata restaurata ed è in discrete condizioni.
avatar
Maria Aurora Trentadue

Numero di messaggi : 69
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 39
Località : Modugno (Ba)

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Ospite il Mar Dic 01, 2009 2:15 pm

L’ incremento maggiore per costriore le torri si ha sotto il governo dei vicerè don Pedro da Toledo e don Pedro Afan de Ribera (1559-1571).
L’ ordine di realizzarle, promulgato dalla Regia Camera di Napoli, avvenne nel 1563, indirizzato ai regi ingegneri, che dovevano perciò erigerle su tutta la costa del regno, col contributo delle universitas che distavano meno di 12 miglia dal mare.

Nel 1820 la torre di S. Isidoro era ancora dotata di un cannone di ferro, in buono stato, ed era affidata alle Guardie Doganali. Nel 1848 la torre fu disarmata.

Durante la II guerra mondiale fu tenuta dall’esercito, che la occupò fino al termine delle ostilità.

Da allora ad oggi è concessa dal Demanio a privati.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Fabrizio il Mar Dic 01, 2009 5:19 pm

Maria Aurora Trentadue ha scritto:L’ampia e ripida scala poggiata su due arcate fu aggiunta in epoca successiva e l’ingresso principale presenta ancora i segni dell’originale ponte levatoio.
...e sopravvive ancora l'originale "trozza" in legno!

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


...c'è anche una lapide commemorativa posta nel 1971 di cui ignoro il significato....

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


(PS X Fernando: non ho potuto risponderti al messaggio perchè ho ancora il servizio disabilitato.)
avatar
Fabrizio

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 18.10.09
Località : Torino-Copertino

http://www.ankale.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Maria Aurora Trentadue il Mar Dic 01, 2009 5:23 pm

Peccato che la scritta della lapide non si legga nella sua interezza... non hai un'altra foto?

La foto di dettaglio che raffigura l'ingresso originario successivamente tamponato illustra molto bene alcuni dei fenomeni di degrado superficiale che interessano il materiale lapideo di cui è costituita la torre. Da ricerche recenti essa sembra realizzata in conci di tufo abbastanza regolari, contrariamente alle torri di altre aree geografiche salentine o ancora le stesse torri denominate "tipiche del Regno" caratterizzate dalla presenza di caditoie in controscarpa e realizzate con elementi lapidei più irregolari di meno pregevole fattura.

I conci di tufo hanno perso la loro integrità originaria, la superficie esterna si presenta infatti scabra e in alcuni punti è evidente il fenomeno dell'alveolizzazione causato dall'attacco della nebbia salina. Anche la malta nei giunti degli elementi lapidei ha perso la consistenza originaria, infatti è possibile notare la sua quasi totale assenza in alcuni punti. Ciò evidentemente contribuisce a far diminuire la resistenza statica del monumento, abbassando il livello della "qualità muraria". Piante infestanti hanno attecchito sulla superficie esterna insieme a fenomeni di patine determinate dall'invecchiamento naturale.
avatar
Maria Aurora Trentadue

Numero di messaggi : 69
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 39
Località : Modugno (Ba)

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Fabrizio il Mar Dic 01, 2009 6:13 pm

questa è la trascrizione:

ANNO MCMLXXI

AIDACUS MARIUS DI LUSTRO ISCLANUS ORGINE
EQUES COMMENDATOR ORDINIS SANCTI GREGORI MAGNI
HANO VETUSTAN TURRIM IURE UTENTI EI COMMISSAM
RESTAURAVIT AC HOSPITALEM FECIT
EDACI TEMPORE HOMINUNQUE NEGLIGENTIA SERVAVIT
avatar
Fabrizio

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 18.10.09
Località : Torino-Copertino

http://www.ankale.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Fernando il Mar Dic 01, 2009 8:53 pm

Fabrizio ha scritto:questa è la trascrizione:

ANNO MCMLXXI

AIDACUS MARIUS DI LUSTRO ISCLANUS ORGINE
EQUES COMMENDATOR ORDINIS SANCTI GREGORI MAGNI
HANO VETUSTAN TURRIM IURE UTENTI EI COMMISSAM
RESTAURAVIT AC HOSPITALEM FECIT
EDACI TEMPORE HOMINUNQUE NEGLIGENTIA SERVAVIT

E' stata incastonata dalla persona, originaria di Ischia, mi pare deceduta, che per alcuni anni ne aveva avuto l'uso dal Demanio.
Grazie, cari amici, per le notizie che pubblicate. Siamo, come sempre in questo forum, sulla strada giusta.
Fabrizio, la risposta che attendo é un si o un no?
Cari saluti a tutti.

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Fabrizio il Mar Dic 01, 2009 8:58 pm

Fernando ha scritto:
Fabrizio, la risposta che attendo é un si o un no?
No, non sono io
avatar
Fabrizio

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 18.10.09
Località : Torino-Copertino

http://www.ankale.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Fernando il Mar Dic 01, 2009 9:17 pm

Fabrizio ha scritto:
Fernando ha scritto:
Fabrizio, la risposta che attendo é un si o un no?
No, non sono io

Grazie. Con l'amico che ti ho segnalato e con tanti altri adolescenti, il giorno della pasquetta si raggiungeva in bicicletta (su qualcuna si prendeva posto in tre: uno seduto sul manubrio, uno sulla sella e uno che ...pedalava!) la marina di Sant'Isidoro percorrendo una strada ... "cilindrata"! E poi il primo tuffo della stagione nelle acque fredde "ti lu corrente", il primo rotolarsi dall'alto delle dune sulla spiaggia bianchissima, la corsa della staffetta lungo la battigia dell'incantevole insenatura insieme a un cane da caccia intelligentissimo. Eravamo negli anni Cinquanta! Ergo ...non c'erano nemmeno le avvisaglie dell'odierno scempio urbanistico!

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Fabrizio il Mar Dic 29, 2009 6:09 pm

Fernando ha scritto:
Grazie. Con l'amico che ti ho segnalato e con tanti altri adolescenti, il giorno della pasquetta si raggiungeva in bicicletta (su qualcuna si prendeva posto in tre: uno seduto sul manubrio, uno sulla sella e uno che ...pedalava!) la marina di Sant'Isidoro percorrendo una strada ... "cilindrata"! E poi il primo tuffo della stagione nelle acque fredde "ti lu corrente", il primo rotolarsi dall'alto delle dune sulla spiaggia bianchissima, la corsa della staffetta lungo la battigia dell'incantevole insenatura insieme a un cane da caccia intelligentissimo. Eravamo negli anni Cinquanta! Ergo ...non c'erano nemmeno le avvisaglie dell'odierno scempio urbanistico!

Fernando, ho trovato un'immagine* che mostra Sant'Isidoro ai bei tempi che ci hai raccontato, eccola qui:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

*immagine tratta da: Castelli e opere fortificate di Puglia, di R. De Vita
avatar
Fabrizio

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 18.10.09
Località : Torino-Copertino

http://www.ankale.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Maria Aurora Trentadue il Mer Dic 30, 2009 5:28 pm

Fernando, ho trovato un'immagine* che mostra Sant'Isidoro ai bei tempi che ci hai raccontato, eccola qui:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

*immagine tratta da: Castelli e opere fortificate di Puglia, di R. De Vita[/quote

Siamo sicuri si tratti di torre S. Isidoro? Io sto studiando la pubblicazione di R. De Vita proprio in questo periodo e informo che l'immagine in questione raffigura non torre S. Isidoro ma torre Squillace. Nonostante la foto sia in bianco e nero, come del resto è tutto in bianco e nero il libro in questione, penso che la foto non risalga agli anni Cinquanta ma agli anni Ottanta.
avatar
Maria Aurora Trentadue

Numero di messaggi : 69
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 39
Località : Modugno (Ba)

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Maria Aurora Trentadue il Mer Dic 30, 2009 5:32 pm

Invito tutti a guardare con attenzione la fig. n. 323 di pag. 268 della suddetta pubblicazione...
avatar
Maria Aurora Trentadue

Numero di messaggi : 69
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 39
Località : Modugno (Ba)

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Fabrizio il Mer Dic 30, 2009 6:32 pm

Maria Aurora Trentadue ha scritto:Siamo sicuri si tratti di torre S. Isidoro? Io sto studiando la pubblicazione di R. De Vita proprio in questo periodo e informo che l'immagine in questione raffigura non torre S. Isidoro ma torre Squillace. Nonostante la foto sia in bianco e nero, come del resto è tutto in bianco e nero il libro in questione, penso che la foto non risalga agli anni Cinquanta ma agli anni Ottanta.

Più che sicuro che si tratti della marina di Sant'Isidoro: a lato nord della torre si possono vedere i ristoranti che ancora circondano la torre, mentre sulla lunga spiaggia le famose "pagghiare" o forse dei camerini di stabilimenti balneari. In basso si intravede la punta dell'isoletta mentre nella radura al centro dell'immagine c'è la famosa cappelletta (praticamente un puntino nero!) trattata in un altro topic.

La foto se fosse stata degli anni '80 sarebbe stata, credo, completamente diversa. Le dune di sabbia bianchissima ben descritte da Fernando sono state utilizzate per l'impasto del cemento di molte seconde case della marina (molte delle quali oggi hanno gravi problemi statici a causa della salinità Shocked ). Il boom edilizio di questo villaggio è incominciato alla fine degli anni '70 ed è ancora in piena crescita (come la cementificazione della Sarparea Evil or Very Mad ).

Non ne sono pienamente sicuro, ma se ben ricordo ci sono due edizioni del De Vita una dell'inizio degli anni '70 l'altra alla fine degli anni '80.
avatar
Fabrizio

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 18.10.09
Località : Torino-Copertino

http://www.ankale.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Fabrizio il Mer Dic 30, 2009 6:56 pm

Ne approfitto anche per ricordare che la torre in questi giorni di festa è visitabile. All'interno è stata allestita una piccola mostra con strumenti e attrezzi d'uso della civiltà contadina.
avatar
Fabrizio

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 18.10.09
Località : Torino-Copertino

http://www.ankale.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Ospite il Mer Dic 30, 2009 7:16 pm

Fabrizio ha perfettamente ragione, cara Maria Aurora! e poi ti assicuro che lui conosce benissimo il territorio.
Concordo anche che la foto non è degli anni 80, quando l'abusivismo era già all'apice

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Maria Aurora Trentadue il Mer Dic 30, 2009 7:19 pm

ok, allora il De Vita ha commesso un grosso errore...
avatar
Maria Aurora Trentadue

Numero di messaggi : 69
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 39
Località : Modugno (Ba)

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Fernando il Mer Dic 30, 2009 10:02 pm

Marcello ha scritto:Fabrizio ha perfettamente ragione, cara Maria Aurora! e poi ti assicuro che lui conosce benissimo il territorio.
Concordo anche che la foto non è degli anni 80, quando l'abusivismo era già all'apice
Anche io concordo in toto con Marcello e Fabrizio.

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Hilarion il Gio Dic 31, 2009 12:29 pm

Maria Aurora Trentadue ha scritto:Da architetto che sta conducendo una ricerca bibliografica-archivistica sulle torri costiere dell'area salentina ...
Carissima, solo ora Embarassed questa frase mi balza agli occhi, assieme al ricordo di quanto puoi Wink leggere qui:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Forse sono nozioni già in tuo possesso, e forse pale inutili ai tuoi fini, ma Very Happy hai visto mai...
avatar
Hilarion
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 591
Data d'iscrizione : 12.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Gianfranco il Gio Dic 31, 2009 1:38 pm

Confermo che si tratta di Torre S. Isidodo; come si può vedere dalla caratteristica forma della costa, identica in questa immagine presa da Google Earth:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

purtroppo lo stesso non si può dire del territorio orrendamente deturpato negli ultimi trent'anni

_________________
Nulla dies sine linea
avatar
Gianfranco
Admin
Admin

Numero di messaggi : 741
Data d'iscrizione : 30.12.08

http://culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Gianfranco il Gio Dic 31, 2009 1:45 pm

Maria Aurora Trentadue ha scritto:Invito tutti a guardare con attenzione la fig. n. 323 di pag. 268 della suddetta pubblicazione...

Confermo Maria Aurora, si tratta di un banale refuso, può capitare. Ho l'edizione del 2001 ed è ancora presente

_________________
Nulla dies sine linea
avatar
Gianfranco
Admin
Admin

Numero di messaggi : 741
Data d'iscrizione : 30.12.08

http://culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: SANT'ISIDORO

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 :: GENERALE :: Storia

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum