Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Daniela Bacca il Mer Ott 28, 2009 12:15 pm

Cari amici,
avete notizie sull'iconografia dello stemma della famiglia Carrozzini? Sapete con chi si imparentarono? Ho notato alcuni loro stemmi con tante tipologie di carrozze (seguivano la moda ed il cambio delle vetture dell'epoca), di carretti, e su alcuni di essi vi sono anche leoni, orsi e alberi di pino e cipressi. Si imparentarono con gli Orsini, forse i Pinelli, ed altri ancora? Chi mi aiuta a comprendere, tramite l'araldica?
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 42
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Ospite il Mer Ott 28, 2009 12:19 pm

non conosco le vicende genealogiche della famiglia, mentre ti posso dire che dei loro stemmi esistono numerose varianti. Come giustamente osservi la variabilità sta soprattutto nelle carrozze, addirittura sostituite negli stemmi più recenti con una automobile

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Daniela Bacca il Mer Ott 28, 2009 1:14 pm

Sì, Marcello, ho notato anch'io, che quando fu scoperta l'automobile, essi collocarono questa nuova "carrozzeria" indenita sugli stemmi dei palazzi dell'Ottocento e del Novecento. Questa nota mi ha fatto sorridere,...è un modo per stare al passo con i tempi.
Se non sbaglio la prima tipologia di stemma adottato, nel Cinquecento, fu la ruota. Poi, ne seguirono altri, sulla base dellle nuove tendenze e scoperte dei mezzi di trasporto e di altre famiglie blasonate con cui si imparentarono.
Proviamo a ricostuire piano piano, cercando di partire da quanto abbiamo a disposizione e conoscenza:
- lo stemma degli Orsini è rappresentato anche da un leone rampante, e ci può essere la variante con un albero?
- un cipresso od un pino, appartengono a quale famiglia (Pinelli, per esempio?)
- i Carrozzini si unirono con numerose e potenti famiglie, tra questi i Ghezzi di Carpignano (qual'è il loro stemma?)
- è possibile che si unirono anche con qualche altro ceppo, nella cui araldica compare il gallo (e chi sono i Gallucci, per esempio?)
- poichè si imparentarono anche con Manca di Monteroni, conosciamo lo stemma di quest'ultimi?

Sarei davvero grata se qualcuno mi aiutasse, avviandosi con me a ricostruire un po' la storia dell'araldica dei Carrozzini Very Happy
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 42
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Hilarion il Mer Ott 28, 2009 1:35 pm

Daniela Bacca ha scritto:Sì, Marcello, ho notato anch'io, che quando fu scoperta l'automobile, essi collocarono questa nuova "carrozzeria" indenita sugli stemmi dei palazzi dell'Ottocento e del Novecento. Questa nota mi ha fatto sorridere,...

Mica solo a te! Laughing

è un modo per stare al passo con i tempi.

Vero.
Un po' insolito, ma non inedito... e ammetto che questo mi Very Happy mancava.


Se non sbaglio la prima tipologia di stemma adottato, nel Cinquecento, fu la ruota. Poi, ne seguirono altri, sulla base dellle nuove tendenze e scoperte dei mezzi di trasporto e di altre famiglie blasonate con cui si imparentarono. Proviamo a ricostuire piano piano, cercando di partire da quanto abbiamo a disposizione e conoscenza:
- lo stemma degli Orsini è rappresentato anche da un leone rampante,

Sì, il fiero animale fu usato in un inquartato da parte degli Orsini che si imparentarono con gli Aldobrandeschi di Sovana (GR).

e ci può essere la variante con un albero?

Tutto può essere.
Ma di questa variante occorrerebbe vederne un esemplare.


- un cipresso od un pino, appartengono a quale famiglia (Pinelli, per esempio?)
Troppe ce ne sono, di famiglie "adeguate" a questo scopo...

Per questa domanda, e anche per le successive, conviene partire dalle famiglie che di certo Wink si imparentarono con i Carrozzini.

E in seconda battuta reperire quanti più esemplari possibili del loro stemma, dalla comparazione fra i quali possono venire utilissime indicazioni.
avatar
Hilarion
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 591
Data d'iscrizione : 12.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Sandro Montinaro il Mer Ott 28, 2009 4:56 pm

Ciao Daniela,
rispondo solo ad alcune tue domande:

- lo stemma Carrozzini è presente sui conci in chiave di alcuni palazzi di Martano.

- lo stemma dei Duchi Ghezzi di Carpignano, originari di Orvieto è: il monte con una stella a otto punte.
Il loro motto è: NON SIBI SED ALIIS, Non per se ma per gli altri.
Bellissimo e grandissimo è quello sul Portale del Palazzo Ducale di Carpignano.

Saluti

Sandro Montinaro

Numero di messaggi : 110
Data d'iscrizione : 24.06.09
Età : 42
Località : Salento

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Ospite il Mer Ott 28, 2009 7:11 pm

i Pinelli avevano nello stemma sei pigne

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Gio Ott 29, 2009 9:51 am

Daniela Bacca ha scritto:
- è possibile che si unirono anche con qualche altro ceppo, nella cui araldica compare il gallo (e chi sono i Gallucci, per esempio?)
D

E perchè Daniela non pensare ad un più salentino sunny GALLONE sunny ? Essi hanno un gallo d'oro nello stemma e furono tra l'altro dimoranti in Tricase e Lecce con i titoli di principe di Tricase, Caprarica, Tutino, Depressa...
Dovresti facci vedere qualche stemma cheers cheers cheers

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Daniela Bacca il Gio Ott 29, 2009 12:41 pm

Per questa domanda, e anche per le successive, conviene partire dalle famiglie che di certo Wink si imparentarono con i Carrozzini.

Infatti credo che occorra partire da una bozza di albero genealogico. So per certo che si imparentarono con gli Orsini di Soleto ed i duchi Ghezzi di Carpignano. Da qualche parte, ma non riesco più a reperire la fonte, ricordo di aver letto che si unirono con i Galluccio.

La prossima settimana vado a reperire gli stemmi, e "immortalarli" in foto. Poi, mi aiuterete a pubblicare le foto sul forum perchè non credo di aver compreso la procedura pale

Per ora grazie per la disponibilità....sono certa che l'unione fa la forza Very Happy
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 42
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Daniela Bacca il Gio Ott 29, 2009 12:46 pm

Ciao Sandro,
non sapevo che i Carrozzini fossero presenti anche a Martano. Puoi descriverli? Vi è solo la carrozza o si accompagnano ad altri attributi?
La prossima settimana vado a controllare se vi è un palazzo Carrozzini che inquadra nello stemma anche quello dei Ghezzi,; ti farò sapere! Il loro motto è splendido, indice di ospitalità ed altruismo. Ricordo che un'epigrafe di una villa della Valle della Cupa, se non erro quellla dei Romano a Monteroni, recipa "Per me e per i miei amici". E' uno dei moniti tra i più belli che si possono leggere, al di fuori di un prospetto privato.
Un caro saluto!
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 42
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Daniela Bacca il Gio Ott 29, 2009 12:48 pm

Marcello ha scritto:i Pinelli avevano nello stemma sei pigne

Ed un orso od un leone rampante sul tronco di un albero, simile a cipresso, a chi può appartenere?
La prossima settimana, cerco di reperire alcuni stemmi....scusate se chiedo aiuto senza immagini, so che è complicato!
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 42
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Daniela Bacca il Gio Ott 29, 2009 12:54 pm

Vincenzo D'Aurelio ha scritto:
Daniela Bacca ha scritto:
- è possibile che si unirono anche con qualche altro ceppo, nella cui araldica compare il gallo (e chi sono i Gallucci, per esempio?)
D

E perchè Daniela non pensare ad un più salentino sunny GALLONE sunny ? Essi hanno un gallo d'oro nello stemma e furono tra l'altro dimoranti in Tricase e Lecce con i titoli di principe di Tricase, Caprarica, Tutino, Depressa...
Dovresti facci vedere qualche stemma cheers cheers cheers


Ho trovato su internet questo stemma, attribuito ai Carrozzini. L'elemento Carrozza è un "carretto" (mi viene il dubbio se esitesse anche la famiglia Carrettini?!), e su di esso c'è un gallo. Lo stemma è sicuramente "barocco"...in virtù della bellissima e tipica cornice con elementi in stile.
Come ho scritto nei prmi post i Carrozzini, nel corso della loro storia, hanno adottato (senza perdere l'allegoria del cognome) diverse icone, come la ruota, le carrozze alla moda, e la comgiunzione con le famiglie parenti.
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 42
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Daniela Bacca il Gio Ott 29, 2009 1:01 pm

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Il palazzo presenta una stratificazione di elementi architettonici ed artistici (dal Cinquecento al Novecento). Si trova a Soleto (fulcro della famiglia Carrozzini, baroni della cittadina per tantissimi secoli).
Nel Cinquecento era degli Arcudi (da cui il palazzo prende il nome), ed infatti il suo prospetto è impreziosito dal bugnato.
Lo stemma è posto sull'angolo di un balcone.
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 42
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Ospite il Gio Ott 29, 2009 1:06 pm

lo stemma di cui scrivi con l'orso rivoltato (non ricordo e rampante) contro un albero è quello degli Orsini, che sono famiglia ben distinta dai più noti Orsini Del Balzo. I Carrozzini imparentarono con questa famiglia, ma non so precisarti le vicende genealogiche

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Sandro Montinaro il Gio Ott 29, 2009 1:59 pm

Daniela Bacca ha scritto:[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Il palazzo presenta una stratificazione di elementi architettonici ed artistici (dal Cinquecento al Novecento). Si trova a Soleto (fulcro della famiglia Carrozzini, baroni della cittadina per tantissimi secoli).
Nel Cinquecento era degli Arcudi (da cui il palazzo prende il nome), ed infatti il suo prospetto è impreziosito dal bugnato.
Lo stemma è posto sull'angolo di un balcone.

Daniela
adesso ricordo la parentela tra i ghezzi e i carrozzini.
Approfondisci il discorso a proposito del beato fra Michele Ghezzi.
A Lecce, nella nobile casa dei Conti Ghezzi, nacque il 19 agosto 1872, Michele quarto di sette fratelli. Il padre Pasquale, avvocato, era Duca di Carpignano, la madre, Carmela Carrozzini, era Baronessa di Soleto, entrambi molto pii.

Sandro Montinaro

Numero di messaggi : 110
Data d'iscrizione : 24.06.09
Età : 42
Località : Salento

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Daniela Bacca il Lun Nov 02, 2009 2:13 pm

Grazie amici!
- Sì, gli Orsini legati ai Carrozzini non sono quelli dei Del Balzo, sebbene credo vi sia uma matrice lontana di parentela, visto che si trovano proprio nel feudo di Soleto dove Raimondello Orsini del Balzo aveva contea.
- Il filone che sto seguendo rigurada anche quello di Michele Ghezzi. Sono molto interessata alla figura di sua madre, donna pia e devotissima, che appunto era una Carrozzini di Soleto.
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 42
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Ospite il Lun Nov 02, 2009 3:58 pm

Daniela Bacca ha scritto:Grazie amici!
- Sì, gli Orsini legati ai Carrozzini non sono quelli dei Del Balzo, sebbene credo vi sia uma matrice lontana di parentela, visto che si trovano proprio nel feudo di Soleto dove Raimondello Orsini del Balzo aveva contea.

non credo, Daniela, che possano esserci collegamenti con gli Orsini del Balzo vissuti almeno 300 anni prima di loro. Che entrambi siano stati a Soleto lo ritengo casuale, anche perchè i principi di Taranto ebbero almeno una trentana tra signorie e contee nella sola Terra d'Otranto. Credo che le origini degli Orsini cui fai riferimento vadano cercate altrove

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Lun Nov 02, 2009 9:30 pm

Cara Daniela ,
ho cercato qualcosa ma ho trovato ben poco .
La Famiglia Carrozzini non è una Famiglia sconosciuta, essa ebbe anche un grandioso e noto Palazzo in Lecce sul Viale della Stazione ferroviaria (Via Oronzo Quarta ) dove sono presenti opere pregevoli di decorazione Artistica dell’Artista Francesco de Matteis.
Ebbe in proprietà anche un Palazzo in Lecce sulla attuale via Isabella Castriota nà 3/b, secondo Luigiantonio Montefusco il loro stemma si blasona “ Un cervo che tira un carro su cui è inginocchiato un uomo nudo con le mani giunte; il tutto sulla pianura erbosa”.

E’ certa l’origine e la presenza in quel di Soleto(LE), a dirti il vero nulla di ufficiale e certo ho trovato sul titolo a loro dato sul Web ed in altri testi a stampa di “Baroni di Soleto”.
Ho trovato nel Web circa i Carrozzini di Soleto questo contributo :
“Un parente e condiscepolo soletano di Giorgio Baglivi: il medico Diego Carrozzini “di Maria Donata Bleve. - pp. 39-50. - Fa parte di : L' Idomeneo : rivista della Sezione di Lecce / Società di storia patria per la Puglia. - Galatina : Panico, 2003. - 318 p. : ill. ; 24 cm.
Visibile digitalizzato (molto male) in:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Ho trovato nel testo del mio amico Marco :
Imperio Marco Profili biografici degli amministratori provinciali e distrettuali di Terra d'Otranto (1808-1860) : Edizioni del Grifo, Lecce 2008

Alla pagina 67:

<<Carrozzini Carlo (112) di Soleto , nato nel 1807 da Vitoronzo e Silvia Sergio, sposò Felicita Gentile. Ottenne la carica di sindaco di Soleto dal 1838 al 1843 e dal 1849 al 1851. Morì nel 1859.

Carrozzini Francesco(113) di soleto, medico nacque nel 1750 da Vitoronzo e Caterina Corina. Ottenne la carica di sindaco. Socio della società economica.Nipote “ex filio” del medico Diego. Morì nel 1837.

Carrozzini Vitoronzo (114) di Soleto,nato nel 1786 da Carlo e angela Maria Scarciglia, sposò Silvia Sergio. Fu Sindaco di soleto dal 1814 al 1819. Ottenne l’Ufficio di giudice municipale. Morì nel 1866.

(112) figlio di Vitoronzo Carrozzini o Carrozzino_Originaria di Zollino, diramata in soleto. Viv.[ono] del loro e nob.[ili] viv.[enti] Francesco(sec.XV) fu abate , antonio(sec.XVI)fu abate, Francesco(sec XVI) fu dottore in leggi, Baldassarre(sec XVIII)fu arciprete di soleto. Antonio(sec XIX) fu consigliere provinciale e deputato al Parlamento del regno d’Italia.
Notizie sulla famiglia Carrozzini si trovano in :
L. MANNI ; della guglia di raimoìndello alla magia di Messer Matteo, Galatina,1997 e Idomeneo, Galatina 2003 [vedi sopra ID03_parente_condiscepolo_soletano_Carrozzini.pdf)]

(113) Zio “ex frate” di Vitoronzo si veda :
G. ARDITI; la Coreografia fisica e storica della provincia di terra d’otranto, Lecce, 1879.
(114) Padre di Carlo. Nipote “ex fratre” di Vitoronzo.>>
alla pagina 357 dello stesso testo vi è la foto dello stemma realizzato in pietra Leccese dei Carrozzini tratto da non so quale Palazzo, (mi informerò domani dall’autore del testo).

In effetti Pasquale Grezzi ,(1831-21/02/1899) VIII Duca di Carpignano sposò prima del’anno 1866 Carmela figlia di Carlo Carrozzini .dal loro matrimonio nacque in Lecce il 19/08/1872 Michele Grezzi , Conte di Poggio Aquilone, che prima della Professione Religiosa nell’Ordine dei Frati Minori , rinunciò al titolo nobiliare in favore del suo fratello germano Giuseppe ( nato il 25/05/1874).
Una sua sorella Caterina nata il 23/03/1871 sposò 1l 18/11/1900 Francesco Sansonetti.
Di questo matrimonio vi è una bellissima pagina di un quotidiano dell’epoca pubblicata ora nel testo a stampa:
D’Ambrogio Chiarella, Amori e nozze nel Salento della belle époque (1895-1915) [volume 1], Congedo, Lecce 2007, pp 193
Alla pagina 63 è scritto:
<<Pergamene augurali e un delicatissimo sonetto stampato su cartoncino e donato ai presenti.
Nozze Sansonetti-Ghezzi, Lecce
Corriere meridionale, 22 novembre 1900
La sera di domenica scorsa vennero celebrate le nozze fra la distinta e virtuosa signorina Caterina Grezzi dei duchi di Carpignano, un vero fiore soave di bontà e leggiadria, e l’egregio Avvocato Antonio Sansonetti, un giovane che alle doti elette dell’ingegno accoppia quelle di un animo fine e gentile.Per il lutto della famiglia Grezzi la cerimonia nuziale ebbe un carattere affatto intimo:assistevano ad essa i soli parenti degli sposi e, sorrisa da qualche dolce intimità, parve assumere quasi un carattere ancor più soave,ancor più solenne.
Funzionò da Ufficiale dello styato Civile quel cortese gentiluomo che è il barone Nicola de Raho e furono testimoni i signori Costantino Villani, l’ingegner Alessandro Campa, Gaetano Della Noce e Michele Campa.Il matrimonio religioso fu celebrato dal reverendo padre Gennaro Petraglione della Compagnia di gesù, il quale rivolse agli sposi poche, ma sentite e commoventi parole; furono testimoni i signori Ernesto Lubelli e il professor Alfonso carrozzini. Fu compare dell’anello il cavalier Emilio Campa.
La sposa, leggiadra e soave, nella bianca,ricca ed elegantissima veste nuziale,adorna di merletti e fiori, era accompagnata dalla sorella Signora Concettina Grezzi-Campa e dalla Signora Rosina Villani-Carrozzini.
Con aristocratica profusione vennero serviti rinfreschi,dolci e liquori squisiti;e la sposa offrì gentilmente a ciascuno degli intervenuti i rituali confetti di nozze. Il simpatico e colto avvocato Eugenio De Carlo, cugino della sposa,Segretario della prefettura di Venezia, lesse un delicatissimo sonetto augurale, che elegantemente e nitidamente stampato su un cartoncino venne distribuito a tutti i presenti.Due altre geniali composizioni furono lette dal fratello della sposa, conte avvocato Giuseppe Grezzi, e dal reverendo parroco Pascali. Gli onori di casa furono fatti, con abituale cortesia, dal duca avvocato Carlo grezzi, dal fratello conte Giuseppe e dal cognato cavaliere Emilio Campa.
Algli sposi, che partrirono lunedì per il viaggio di nozze, giungano anche gli auguri del Corriere Meridionale, auguri di felicità duratura, di gioie ininterrotte,soavi,purissime,quali desiderano i loro cuori ardentemente innamorati.
[pagina 64]
I doni.
Numerosi, eleganti,ricchi e di gusto squisito ed artistico furono i doni.
Eccone l’elenco:
Lo Sposo: magnifico anello con solitario;bellissimo bracciale in perle e zaffiri;portata completa in brillanti;elegantissimo libro di preghiere in avorio.
Madre dello sposo:ricco orologio con fermaglio in brillanti e perle
Padre dello sposo. Servizio da tavola completo per dodici,in argento cesellato.
Madre della sposa: magnifico anello con grossa perla,contornato di grossi brillanti.-
Fratelli dello sposo: anello con splendido solitario.
Sorelle dello sposo: anello in perle e zaffiri
Cav. Emilio campa e Concettina Grezzi cognato e sorella della sposa : ricco anello con splendido solitario.
Fratelli della sposa: artistico crocifisso in argento massiccio cesellato.
Sorelle della Sposa: bellissimi orecchini con grosse perle orientali e zaffiri.
Prof. Alfonso Carrozzini,zio della Sposa: dodici cucchiaini in argento dorato con manico artisticamente cesellato.
On. Antonio Carrozzini , zio della sposa: ricco bracciale a catena in oro con grossa granata contornata di brillanti
Prof. Diego carrozzini,zio della sposa: necessaire da lavoro in argento dorato.
Grazia Carrozzini, zia della sposa: bracciale a catena in oro; elegantissima borsa da viaggio in raso.
Coniugi Vaglio-Massa cugini della sposa: ricco fermaglio con cammeo e perle.
Coniugi Rizzo –Massa, coniugi della sposa: splendido ed artistico portabiglietti.
Elisa Massa, cugina della sposa: elegantissimo libro di preghiere in pelle di bulgaro con immagini rilevate in argento.
Coniugi Colosso-Massa, cugini della sposa:sei bellissimi cucchiaini in argento dorato.
Maria Magli, cugina della sposa: laccio in oro,finemente lavorato.
Concetta Greco-Della Noce,zia della sposa: elegantissimo porta-biglietti in argento massiccio cesellato.
Foca De carlo, zio dello sposo, quattro quadri di soggetto veneziano, con cornice stile Luigi XVI.
Dott. Eugenio De Carlo, cugino dello sposo:artistico medaglione a smalto e mosaico.
Filomena Grazioso, zia dello sposo: servizio da the in argento dorato.
Famiglia Papaleo: elegantissimo bracciale in oro con zaffiri.
Famiglia Zagari-Tarantini: splendida rosoliera in argento.
Pietrina Campa: artistica bugia in argento cesellato.
Suore Martelline: libri di letture.
Elisa Salvagnoni(sarta fiorentina):borsa da viaggio.
Reverendo Salvatore Pascali : libro elegantemente rilegato,suo lavoro, intitolato “Il sacerdote cattolico”
Tipografia Garibaldi :artistica pergamena
Moltissimi bouquets; molte altre pergamene.


Dal testo :
D’Ambrogio Chiarella, Amori e nozze nel Salento della belle époque (1895-1915) volume secondo, Congedo, Galatina 2007, pp 222
Troviamo il racconto delle nozze di Felicetta Carrozzini(nata 02/07/1871-Morta 29/04/1929[?])
Alla pagina 53:

Nel salone genialmente decorato, spumeggianti toilettes primaverili per Felicetta e Giovanni.

Nozze Sansonetti –Carrozzini, Lecce

Corriere Meridionale,19 Maggio 1904
Lunedì mattina,nel magnifico salone del palazzo Carrozzini, alla Stazione, decorato dalla geniale fantasia dello scultore Francesco De Matteis, ebbe luogo la festa nuziale per l’unione della figliuola maggiore dell’onorevole Antonio Carrozzini, la gentile signorina Felicetta, col giovane dottor Giovanni Sansonetti.
In mezzo ad una numerosa e brillante assistenza di signore e signorine spumeggianti, vaporose toilettes primaverili, gli sposi furono uniti in matrimonio dall’assessorre dottor Verrienti e benedetti dal reverendo canonico Mariano.
Fu fatta un po’ di musica scelta, e alcune bambine recitarono versi d’occasione alla sposa raggiante nel suo abito crèpe de chine, bianco come un gran fiocco di neve.
Squisito il servizio di rinfreschi, paste e liquori.
Alle due ebbe luogo il pranzo di nozze di trenta coperti, durante il quale volarono i più fervivi augurii agli sposi, che lasciarono la città col treno delle 8 di sera, per un viaggio di nozze.
Fra le signore intervenute: la duchessa Grezzi-Villani, signora Scarmiglia-Ravenna, signora Pasca- Ravenna, Signora Sansonetti-Ghezzi , Signora De Micheli-Villanova, Carrozzini- villani, signora Scarinci, Signora Pini;le Signorine Spada , Magli Scaringi, Carrozzini, De Micheli, Sansonetti e molte altre.


Daniela ho solo trovato ciò che ho scritto .
Forse non tanto pertinente a quel che cerchi.

Saluti
Giovannimaria

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Daniela Bacca il Mar Nov 03, 2009 1:43 pm

Caro Giovannimaria,
ti ringrazio infinitamente. Il tuo contributo è preziosissimo e sarà fondamentale per la ricerca che ho iniziato ad avviare. Infatti mi sto occupando in particolar modo di ritrarre le Donne Carrozzini, la loro personalità, la loro storia, il loro contributo nell'ambito privato e sociale.
Non conoscevo molte delle notizie che mi indichi in modo generoso e preciso.

Cercherò di visitare i luoghi leccesi in cui dimorarono. Quelli che ho censito e sono tantissimi, infatti, si trovano a Soleto. Ritengo che questo centro sia stato il loro fulcro principale e di grande vitalità. Infatti, anche il noto Diego Carrozzini aveva natali paterni soletani. E, come si evince nel tuo dettagliato elenco, tanti furono i sindaci e gli amministratori Carrozzini nel XIX secolo. Le loro origini sono antichissime, infatti, tra le personalità religiose del XV e XVI secolo vi sono anche loro; in quei tempi il loro stemma era caratterizzato da una ruota.
Hai riportato, inoltre, delle analisi importantissime relative a beato Michele Ghezzi; desidero occuparmi anche e soprattutto delle donne che furono legate a lui come la madre e la sorella, che, dal documento da te trascritto viene dipinta con tratti caratteriali virtuosi non casuali. In loro erano poresenti straordinarie doti di umanità, semplicità e legate ai concetti della spiritualità ed essenza del cuore. E questo è anche testimoniato dal dono significativo che Caterina ricevette dai suoi fratelli "artistico crocifisso in argento massiccio cesellato."

E' tutto pertinente, caro amico. Grazie per il tempo, la cura e la disponibilità.
Ti aggiornerò di ulteriori passi di studio. La storia, la ricerca, la scoperta e le considerazioni sono collettive e, perchè abbiano una valenza chiara e divulgativa, occorre che si nutrano dei tasselli che ognuno di noi, con la sua conoscenza ed intuizione, mette a disposizione del patrimonio culturale e degli altri. Solo con la cooperazione ed il meraviglioso e saggio percorso del labirinto e del mosaico, si può giungere a comprendere una strada ed un logos.
Ti sarò grata se hai da suggeirmi altri "vicoli" su cui veicolare
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 42
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Hilarion il Mar Nov 03, 2009 1:56 pm

...scusate...

...Silvia Sergio, moglie di Vitantonio C. e madre di Carlo C., era salentina o di dove? Wink
avatar
Hilarion
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 591
Data d'iscrizione : 12.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Gio Nov 05, 2009 6:03 pm

Signori,gentili amici,  non sò a chi risponder primieramente!!!!
Hilarion ha scritto:...scusate...

...Silvia Sergio, moglie di Vitantonio C. e madre di Carlo C., era salentina o di dove? Wink

Gentile Hilarion anche lei era salentina e credo proprio di Soleto o di Gallipoli.
Circa la Famiglia SERGIO  ti invierò un Messaggio Privato a te ed a Daniela.

Gentilissima Daniela,
ti ringrazio per le bellissime parole che hai usato nei miei confronti.
Sai anche io,per lavoro, ricostruendo,  genealogie di tante Famiglie Salentine ricche e danarose come i Carrozzini  o semplici contadini o braccianti agricoli o ammassari che gestivano Masserie,  scopro di conseguenza taluni aspetti delle loro  vicende personali
Il mio lavoro mi appassiona e non ho fatto a meno, non mi sono limitato e frenato  nell’inviarti delle notizie raccolte in poco tempo.

Ho contattato l’amico Marco Imperio e mi ha riferito che la foto l’ha scattata proprio a Soleto ma non ricorda su quale dei tanti Palazzi Carrozzini .
Mi ha riferito che un matrimonio molto importante dal punto di vista economico fu quello con Felicita Gentile.
Ho trovato la presenza dei carrozzini anche in Galatina, che poi non dista molto da Soleto.
Una figlia di Vitoronzo Carrozzini e Silvia Sergio a nome Teresa entrò nell’anno 1810 in un Monastero Femminile di Galatina .

Poi ho pensato………alcuni Carrozzini erano anche in Zollino(Le) dove i Ghezzi Baroni di Zollino avevano un grandioso Palazzo ora   demolito ed al cui posto fu costruito il Mercato Comunale!!!!!!
Nel testo dell’amico Architetto Andrea Cappello con il quale io collaborai per la stesura di parte di esso vedi : Zollino Arte Società e cultura in un percorso storiografico/Andrea Cappello Lecce : Edizioni del Grifo, stampa 1999 ) ho trovato traccia della Famiglia  Carrozzini  presente in Zollino.
A pagina 260 viene riportato il nome di <Giuseppe Oronzo Carrozzino di Soleto>> presente già nel Catasto Onciario di Zollino dell’anno 1746.
La Famiglia Corina sicuramente era quella presente in Martano che aveva un proprio stemma ed era molto nota.
Devo scrivere inoltre che proprio in questi giorni sto ricostruendo su commissione di un privato, la storia Patrimoniale di un importante e grandioso Palazzo di Galatina(LE).
Ebbene i Carrozzini di Soleto, ho scoperto avevano nel corso del milleottocento proprietà in Galatina . Un certo Domenico Carrozzini nel 1754 aveva già proprietà in Galatina.
Anche i Sergio nel corso dell’ottocento avevano proprietà in Galatina

Certamente molto si può sapere a volte della Storia di certe Famiglie, le quali in qualche modo hanno lasciato traccia di sé.
Relativamente a Fra Giuseppe Michele Grezzi sono stati pubblicati dei testi che lo riguardano eccone alcuni tratti da sito dell'sbn.it:  



 
1   Ghezzi, Giuseppe Michele ,Bere alla primiera sorgente : itinerario spirituale    dall'epistolario di Fra Giuseppe Michele Ghezzi ,1998

2   Ghezzi, Giuseppe Michele ,Epistolario di Giuseppe Michele Ghezzi    

3   De Donno, Cristoforo Aldo, Giuseppe Michele Ghezzi, 1872-1955 : maestro d'ascesi e di martirio bianco : biografia critica ,1990
4   De Donno, Cristoforo Aldo ,Giuseppe Michele Ghezzi testimone dell'assoluto, 1872-1955 : itinerario cartografico ,1990
5   De Donno, Cristoforo ,Indagine di katafàsi-apofàsi sulla personalità carismatica di Giuseppe M. Ghezzi / Cristoforo De Donno <O.F.M.>    
 
6   De Donno, Cristoforo Aldo, Splendori d'un fiore insanguinato : profilo spirituale del venerabile fra Giuseppe Michele Ghezzi ,2003



Ho riscontrato tra l’altro anche la presenza della famiglia Sergio sempre di Soleto(LE) con proprietà in Galatina(Le) sin dai primordi del milleottocento.
La presenza  della Famiglia Sergio  in Terra d’Otranto  risale al Secolo XVI ed anche prima..

Riguardo i SERGIO ti invio un Messaggio Privato sia a te che ad Hilarion .

Saluti
Giovannimaria


Ultima modifica di Giovannimaria Ammassari il Sab Nov 14, 2015 2:17 pm, modificato 1 volta

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Daniela Bacca il Gio Nov 05, 2009 7:30 pm

Ti ringrazio nuovamente, sono informazioni importantissime riportate con rigore, puntualità e chiarissimi riferimenti storiografici.
Sicuramente saranno fondamentali per il percorso a cui mi sto dedicando con tanto entusiasmo, perchè sulle tracce di donne storiche, in oblio, che meritano valorizzazione e conoscenza.
avatar
Daniela Bacca
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 237
Data d'iscrizione : 26.10.09
Età : 42
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Francesco Arditi di Caste il Dom Nov 08, 2009 2:08 pm

Ciao a tutti, sono Francesco sono un grande appassionato delle materie che trattate in questa sezione del forum e sento di poter aggiungere qualcosa di utile...
Ho letto a fondo tutti gli interventi sui Carrozzini di Soleto. Consiglierei di nn troppo soffermarsi su possibili imparentamenti inferibili dalle varie versioni dell'arme di famiglia, e mi sentirei di escludere una connessione con gli Orsini, feudatari del paese, che perlatro è sempre stato contea, e quindi i Carozzini non ne sono stati mai baroni.
Blasonatura dell'arme sul portale del 'Palazzo della zecca' a Soleto: 'D'azzurro al leone tirato da una carrozza e contorampante ad un cipresso posto in palo, il tutto al naturale sulla pianura erbosa di verde'.
Quanto alle coordinate genealogiche in mio possesso (molto grato per quelle più antiche che mi mancavano), partirei da quelle di metà '800. Da Carlo (1809-59) e dalla n. d. Felicita Gentile dei conti di Lèsina e Cìvita [famiglia Barlettana, e poi Bitontina, di antichissima nobiltà e possidenza] nasce numerosa prole: la prefata Carmela, duchessa Ghezzi (ebbe 8 figli), Filomena (1837.1920) moglie del dott. Luigi Monosi (1842.1909 di Castrignano de' Greci [miei trisavoli, ebbero 13 figli], Vito (1838.1877) missionario in New Mexico e Colorado, Vincenzo (1840.1863) missionario nelle Antille (credo gesuiti entrambi), Maria Grazia (1853.1903), ardente collettrice del Santuario di Pompei e fondatrice del vecchio ospedale di Soleto (una strada in paese la ricorda). Tutto questo lo ricavo dalla voluminosa biografia che il Card. Oddi ha dedicato al S. J. Gius.Michele Ghezzi. A ciò aggiungo ancora: Prof. Adolfo, e Prof. Diego (nn ne so di più), altra sorella sposata Magli-Valente, e l'On. Antonio sposato con Rosa Ravenna: da q.ultimi Felicetta, sposata a Gius. Sansonetti, ed un maschio Carlo sposato con la cugina Maria Magli Valente, da cui ha avuto figli Antonio (m. a 38 anni di polmonite), M. Teresa e Rosa (Totina), sposata al Nob. Giuseppe Bozzi-Colonna da cui ha avuto figli. Certamente vi sono altri rami ed altri soggetti, ma mi sfuggono, o meglio nn so collocarli (v. le cronache matrimoniali già descritte). Ad es. il Prof. Renato recentemente e prematuramente scomparso, proprietario di un palazzo a Soleto, aveva scritto un piccolo libro sulla figura di Fra Serafino Carrozzino da Soleto, molto amato da Re Carlo III di Borbone e padrino di diversi principi reali.
Se avete altre notizie vi sarei molto grato

Francesco Arditi di Caste

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 08.11.09

http://f-arditi@hotmail.it

Tornare in alto Andare in basso

Preciso sui Sergio e sull'araldica martanese ancora troppo misteriosa

Messaggio  Francesco Arditi di Caste il Dom Nov 08, 2009 2:23 pm

Quanto a questa famiglia è certo che sia originaria soletana. Mi è capitato di approfondire il ramo che Stefano Sergio spostò in Martano a seguito delle nozze con l'ereditiera Silvia Corina (nn conosco le date, ma essi sono i trisnonni della mia bisnonna Silvia Marcucci Monosi, 1900.1989); da essi Gennaro, sposato Capano e poi Scarpa (famiglia martanese con palazzo su via Marconi, dirimpetto al Palazzo Sergio, e con arme parlante), che in I nozze ebbe Ferdinando, che ha avuto Silvia, moglie del dott. Domenico Marcucci, a lungo esule all'estero per le idee liberali, e Vincenzina. Il palazzo dove si sono svolte queste vicende familiari nasce dall'ampliamento di un nucleo originario prospiciente Borgo Terra ingranditosi poi a fine 700 su via Marconi, che ha andamento curvilineo in quanto sorta sull'antichi mura e fossato di Martano, di cui q.c. si vede ancora nella cantine dei palazzi prefati. Il Palazzo Sergio Marcucci Monosi, anche noto come Briganti Scarpa, offre una bellissima arme tardo settecentesca assolutamente misteriosa: Inquartato: nel I al leone passante coronato; nel II al cigno coronato, nel III (ed è l'unica cosa certa) Briganti di Gallipoli; nel IV una caravella sulle onde con vele abbassate. Il Montefusco, nello stemmario blasona tutto Briganti (il che mi sembra poco sostenibile); il buon Marcello Gaballo nn mi ha saputo nemmeno lui illuminare. Ma che ci facevano i Briganti a Martano? cosa hanno a che fare con i Corina (il cui stemma cmq. nn figura)-Scarpa-Sergio-Marcucci? e poi, qual'è l'arme ricollegabile a questi Sergio, che ritengo essere i medesimi imparentati coi Carrozzini (fra l'altro la q.c. implicherebbe una sconosciuta relazione parentale fra i miei bisnonni), e come i rami si relazionano?.
Da nn confondere poi son i Sergio baroni di Vaste fra 1500 e 1600, e sempre residenti in Poggiardo nel bel palazzo rimpetto alla matrice. nel 700 si estinguono nei Sossi di Copertino, che ne aggiungono il cognome e ne inquartano l'arme (che tuttavia Montefusco nn blasona sotto 'Sergio'); poi la famiglia finisce con Giovanna, moglie del Cav. Giacomo Arditi, bisnonni del Marchese Franco Arditi, mio nonno. Per approfondire qs famiglia vi segnalo le belle monografie su Poggiardo e Vaste a cura del Compianto Arciprete Mons. Rausa, e poi l'Arditi nella Corografia a Poggiardo.
Ancora una volta invoco il vs. Aiuto.
Grazie

Francesco Arditi di Caste

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 08.11.09

http://f-arditi@hotmail.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Dom Nov 08, 2009 3:41 pm

Benvenuto in questo meraviglioso Forum Signor Francesco Arditi di Castelvetere .
Sono sicuro che il suo apporto sarà fondamentale per comprendere e conoscere più approfonditamente le Famiglie e gli Stemmi del Salento.

Discutendo con persone amiche mi è stato riferito che in questo ramo della Famiglia Carrozzini fù determinante il matrimonio con Felicita Gentile. Cognome a me noto che grazie al suo scritto ho collegato alle mie tante ricerche genealogiche in quel di Bitonto e Barletta.
I Gentile!!!!!!!!

Proprio oggi ho pensato ai Sergio ed ai Corina.
Avendo cercato a suo tempo qualcosa a livello genealogico sulla famiglia Corina, mi è sovvenuto il pensiero a quel di Martano(LE).
Sfogliando la monografia su Martano del Professor Mario De Marco, trovo a pagina 52 dello stesso la riproduzione dello stemma Sergio su Palazzo Sergio in Via Costantino. Tra l’altro riesco a leggere solo e solamente da detta foto b/n nel cartiglio al di sotto dello stemma la data
<< MDCCXX ORNAVIT>>.
Questo stemma è blasonato dal Montefusco:
<<All’albero sradicato fondato sulla pianura,sinistrato da un leone rampante,>>
Anche io ho pensato che sia il matrimonio con Corina che con Sergio siano avvenuti in Martano(LE) ma ciò è tutto da verificare.

Grazie per ciò che ha riportato sono certo che sarà utile a tutti .
Saluti
Giovannimaria Ammassari

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Francesco Arditi di Caste il Dom Nov 08, 2009 3:52 pm

Grazie del benvenuto!
se hai notizie dei Gentile, mandami q.cosa. L'immagine dell'antenata è pubblicata dala Card. Oddi sul libro di cui infra...
Quello stemma Sergio si riferisce a quelli di Vaste- Poggiardo (leone d'argento, linguato e membrato di Rosso e tenente una spada con la branca ds., rampante all'albero sradicato al naturale; abbinato con l'arme Sossi: d'arg al Castello torricellato di tre pezzi e finestrato, accompagnato in capo da 2 stelle di sei r. affiancate alla cometa. Stemma visibile tanto sul palazzo che nella cappella della mia famiglia al L.gomare di Leuca) ed essi sono stati in quella zona almeno da fine 500; ho i riferimenti genealogici, e nn mi sembra probabile che abbiano gemmato una ramo a Soleto: viceversa lo sapremmo!
Sui Corina nn ho potuto approfondire: a Martano c'è un palazzo importante, e poi altri edifici minori in proprietà di certi miei cugini Pensa: ad essi deriva dall'antenata Silvia C., e vi è lo stemma; peraltro, mi dicono che è presente uno stemma con cappello cardinalizio, in quanto la famiglia ha espresso un Cardinale.
Vorrei molto a qs punto legare le due Silvia Sergio mia antenate!

Francesco Arditi di Caste

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 08.11.09

http://f-arditi@hotmail.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma Carrozzini e famiglie imparentate

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum