Una committenza, uno stemma...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Valentina il Ven Mag 22, 2009 11:26 am

E' da un po' che non importunavo i nostri araldisti con qualche spinosa questione... Twisted Evil

Lo stemma che allego compare su un bel dipinto dei primi del Seicento, conservato nella matrice di un paesetto della diocesi di Lecce: è essenziale leggerlo e risalire alla sua appartenenza per determinare le questioni di committenza relative al dipinto. Lo stemma non sembra del tutto coevo alla stesura originale del dipinto, ma la restauratrice che in questo momento lo ha in "cura" mi assicura che è comunque antico, siamo dunque probabilmente entro la metà del Seicento o poco dopo...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Qualcuno dei nostri esperti mi può dare qualche dritta? study Very Happy

Valentina

Numero di messaggi : 442
Data d'iscrizione : 30.01.09
Età : 52
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Ospite il Ven Mag 22, 2009 12:16 pm

Shocked Shocked Shocked
è la prima volta che vedo simili oggetti in uno stemma. Innanzitutto si tratta di capire cosa possano essere. Covoni? pietre preziose?
Al momento potrei solo darti una bozza di blasonatura: d'azzurro a tre... al naturale (o d'argento) disposti 1,2, con la fascia di rosso attraversante.

Molto originale, ma sentiamo altri pareri

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Hilarion il Sab Mag 23, 2009 7:57 am

Valentina ha scritto:E' da un po' che non importunavo i nostri araldisti con qualche spinosa questione... Twisted Evil

...a parte il fatto che, se tutti gli Wink "importuni" fossero così, vorrei essere importunato Cool a ogni pie' sospinto!...

Lo stemma che allego compare su un bel dipinto dei primi del Seicento, conservato nella matrice di un paesetto della diocesi di Lecce: è essenziale leggerlo e risalire alla sua appartenenza per determinare le questioni di committenza relative al dipinto. Lo stemma non sembra del tutto coevo alla stesura originale del dipinto,

Il che però, se appurato, renderebbe difficile ritenerlo essenziale in relazione alla committenza: se davvero si trattasse di una superfetazione, casomai sarebbe utilissimo per ricostruirne eventuali "passaggi di mano".

ma la restauratrice che in questo momento lo ha in "cura" mi assicura che è comunque antico, siamo dunque probabilmente entro la metà del Seicento o poco dopo...

Sì, senz'altro è così.

Qualcuno dei nostri esperti mi può dare qualche dritta? study Very Happy
In attesa dell'intervento di costoro, azzardo un paio di ipotesi identificative circa le figure: tre conchiglie senza orecchiette e non disegnate al meglio?
Oppure (non Embarassed ridete, se potete...) tre fichi?
avatar
Hilarion
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 591
Data d'iscrizione : 12.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Ospite il Sab Mag 23, 2009 8:48 am

Riflettendo... sembrano proprio fichi... altroché...!!! study study

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Ospite il Sab Mag 23, 2009 9:34 am

che sia un'arme parlante? ma questo lo dovrà scoprire Valentina, scorrendo i cognomi delle famiglie del luogo in cui è conservata la tela. E' un'ipotesi, anche se non ne sono molto convinto che si tratti di fichi

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Valentina il Sab Mag 23, 2009 11:33 am

Hilarion ha scritto:
Valentina ha scritto:E' da un po' che non importunavo i nostri araldisti con qualche spinosa questione... Twisted Evil

...a parte il fatto che, se tutti gli Wink "importuni" fossero così, vorrei essere importunato Cool a ogni pie' sospinto!...

Lo stemma che allego compare su un bel dipinto dei primi del Seicento, conservato nella matrice di un paesetto della diocesi di Lecce: è essenziale leggerlo e risalire alla sua appartenenza per determinare le questioni di committenza relative al dipinto. Lo stemma non sembra del tutto coevo alla stesura originale del dipinto,

Il che però, se appurato, renderebbe difficile ritenerlo essenziale in relazione alla committenza: se davvero si trattasse di una superfetazione, casomai sarebbe utilissimo per ricostruirne eventuali "passaggi di mano".
SI, verissimo: potrebbe esserci stato un cambio di patronato dell'altare!
ma la restauratrice che in questo momento lo ha in "cura" mi assicura che è comunque antico, siamo dunque probabilmente entro la metà del Seicento o poco dopo...

Sì, senz'altro è così.

Qualcuno dei nostri esperti mi può dare qualche dritta? study Very Happy
In attesa dell'intervento di costoro, azzardo un paio di ipotesi identificative circa le figure: tre conchiglie senza orecchiette e non disegnate al meglio?
Oppure (non Embarassed ridete, se potete...) tre fichi?

Carissimo Hilarion, are you fishing for compliments!? Wink Va da sé che della genìa degli "esperti" sei parte integrante!!!
E sappi che mi fai felice nominando i fichi, perché io (sentendomi un po' scema devo ammettere) altro non riuscivo a scorgere in quei tre "cosi". Però, indubbiamente l'ipotesi delle conchiglie sembra più probabile, anche se dipinte molto rozzamente.
Il fatto che lo stemma si trovi, nel dipinto, proprio in corrispondenza con la figura di S. Giacomo Maggiore vi suggerisce qualcosa? Una strana coincidenza, per lo meno...

Valentina

Numero di messaggi : 442
Data d'iscrizione : 30.01.09
Età : 52
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Hilarion il Sab Mag 23, 2009 11:44 am

Valentina ha scritto:SI, verissimo: potrebbe esserci stato un cambio di patronato dell'altare!

Yes, maybe! Cool

Carissimo Hilarion, are you fishing for compliments!? Wink Va da sé che della genìa degli "esperti" sei parte integrante!!!

affraid ...oddio... ma è Suspect grave!? si Embarassed guarisce!?... scratch
Wink

E sappi che mi fai felice nominando i fichi, perché io (sentendomi un po' scema devo ammettere) altro non riuscivo a scorgere in quei tre "cosi".

Per farti vincere l'imbarazzo (o Embarassed aumentarlo, ma spero di no) posso aggiungere che una famiglia spagnola usava nello stemma cinque foglie...
...foglie di fico, ovviamente...
Twisted Evil

Però, indubbiamente l'ipotesi delle conchiglie sembra più probabile, anche se dipinte molto rozzamente.
Il fatto che lo stemma si trovi, nel dipinto, proprio in corrispondenza con la figura di S. Giacomo Maggiore vi suggerisce qualcosa? Una strana coincidenza, per lo meno...
... Shocked carissima, certo che sì!
Per favore, possiam vedere tutto il quadro?
avatar
Hilarion
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 591
Data d'iscrizione : 12.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Ospite il Sab Mag 23, 2009 12:32 pm

Caro Hilarion...
alludi ai Guevara, forse, quando parli della famiglia spagnola che usava nel proprio stemma le foglie di fico????

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Ospite il Sab Mag 23, 2009 12:44 pm

credo si riferisca ai Figueroa, vero?


il disegno è tratto dal sito Grandi di Spagna

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Hilarion il Sab Mag 23, 2009 1:06 pm

No, Lucia carissima, pensavo come Marcello allo stemma parlante dei Figueroa.

Anche se credo che altre famiglie ispaniche usassero la foglia di fico...

...heraldically speaking, of course... pale
avatar
Hilarion
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 591
Data d'iscrizione : 12.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Ospite il Sab Mag 23, 2009 8:03 pm

Bè... mi sono sbagliata...
ho subito pensato ai Guevara perché ricordavo che nel loro stemma ci fossero le foglie... Embarassed Embarassed

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Valentina il Sab Mag 23, 2009 8:31 pm

Ahimé, ho un po' di remore a postare tutto il dipinto: Embarassed Embarassed Embarassed silent (ci sta lavorando anche un'altra persona e... insomma sapete com'è, un po' di gelosia professionale). Capisco che è alquanto limitante... e mi scuso.

Però c'è da dire che lo stemma, come accade nella maggior parte dei casi del resto, è in esergo rispetto all'opera, che raffigura semplicemente dei santi in adorazione della Vergine col Bambino. Soltanto, mi sembra che sia stato dipinto piuttosto in corrispondenza con il S. Giacomo (uno dei santi suddetti), ma può essere una coincidenza.

Credo tuttavia che se non fossero conchiglie ma fichi ( Smile ) sarebbero contrassegnati anche da foglie, per l'appunto... Rolling Eyes

Valentina

Numero di messaggi : 442
Data d'iscrizione : 30.01.09
Età : 52
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Sab Mag 23, 2009 9:56 pm

Hilarion ha scritto:
In attesa dell'intervento di costoro, azzardo un paio di ipotesi identificative circa le figure: tre conchiglie senza orecchiette e non disegnate al meglio?
Oppure (non Embarassed ridete, se potete...) tre fichi?

Carissimi, non sò se attinente, ma ho iniziato a ragionare ed a collegare quale Famiglia innalzava il Suo Blasone con tre conchiglie.
Ho controllato in Terra d'Otranto era presente la Famiglia Bozzuto che aveva per stemma :d'oro,alla banda d'azzurro,caricata di tre conchiglie del campo.

Ora qui chiaramente non vi è una banda ma una fascia, quindi oltre a non esser "disegnate al meglio" sono anche disposte,a quanto si evidenzia, in maniera errata nello stemma; o no?
La Famiglia Bozzuto, era presente in Terra d'Otranto, ma ignoro in quale località, certamente è stata una Famiglia presente nel Regno di Napoli e Sicilia. Ad Afragola a Napoli ha avuto anche uk Signor Cardinale di Santa Romana Chiesa.
Ho trovato inoltre lo Stemma della Famiglia Bozzuto in "Famiglie nobili di Sicilia " :
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Facendo una ricerca su google book ho trovato :
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Certamente non è lo stemma che è stato postato da Valentina , però come ho esordito all'inizio del mio scrivere ho iniziato la ricerca dagli elementi araldici che ipotizziamo presenti nello stemma.
Bisognerà continuare a cercare....

Aggiungo.......

Ho trovato il riferimento alla presenza della Famiglia Bozzuto in Terra d’Otranto :
da :
Dizionario storico dei cognomi salentini : Terra d'Otranto / Gerhard Rohlfs. - Galatina : Congedo, stampa 1982 alla pagina 27 :

<< Bozzuto ant.[antica] fam.[famiglia] di Otranto (L 38)>>

Alla pagina XXII troviamo la Fonte ed il riferimento bibliografico :

L [Lecce] 38 = Elenco dei nomi di alcuni martiri e guerrieri uccisi nell’occupazione della città di Otranto dai turchi o caduti nei combattimenti per la liberazione della città.; sta in :
[Il Tallone d’Italia ] Gallipoli, Otranto e dintorni / Giuseppe Gigli. - Bergamo : Istituto italiano d'arti grafiche, 1912. - 118 p. : 150 ill.
Collana : Collezione di monografie illustrate. Ser. 1., Italia artistica ; 68
Fa parte di : Il Tallone d'Italia , 2

E’ comunque una Famiglia presente nel Regno di Napoli ed in Terra d’Otranto ma in tempi molto remoti.

Nella speranza di aver dato un contributo utile vi
Saluto
Giovannimaria

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Valentina il Dom Mag 24, 2009 3:39 pm

Intanto grazie per il contributo, Giovannimaria! Essendo in alto mare, ogni suggerimento per la... navigazione può essere utile! Very Happy

Valentina

Numero di messaggi : 442
Data d'iscrizione : 30.01.09
Età : 52
Località : Lecce

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Hilarion il Lun Mag 25, 2009 12:42 pm

Valentina ha scritto:Ahimé, ho un po' di remore a postare tutto il dipinto: Embarassed Embarassed Embarassed silent (ci sta lavorando anche un'altra persona e... insomma sapete com'è, un po' di gelosia professionale). Capisco che è alquanto limitante... e mi scuso.

Ok, pazienza, grazie ugualmente.

Però c'è da dire che lo stemma, come accade nella maggior parte dei casi del resto, è in esergo rispetto all'opera, che raffigura semplicemente dei santi in adorazione della Vergine col Bambino. Soltanto, mi sembra che sia stato dipinto piuttosto in corrispondenza con il S. Giacomo (uno dei santi suddetti), ma può essere una coincidenza.
Credo tuttavia che se non fossero conchiglie ma fichi ( Smile ) sarebbero contrassegnati anche da foglie, per l'appunto... Rolling Eyes
Non è detto... soprattutto perchè, come abbiam visto, nel Regno erano comunque noti altri stemmi dotati delle sole foglie.

Le quali, credo, avrebbero avuto più probabilità di venir realizzate coi frutti nel caso lo stemma avesse previsto di mostrare l'albero intero, o un suo ramo.
avatar
Hilarion
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 591
Data d'iscrizione : 12.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una committenza, uno stemma...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum