Stemma sconosciuto a Melpignano

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Stemma sconosciuto a Melpignano

Messaggio  Hilarion il Mar Feb 03, 2009 1:52 pm

Particolarmente curioso è il fatto che nella coppa si radichi una pianta (un tralcio d'uva?).

Sarebbe utile riuscire a meglio identificare la specie arborea in questione.

Osservo che coppe da cui fuoriescono figure "strane" non sono poi così rare come si potrebbe credere: basti pensare allo stemma civico della città foggiana di Troia. Wink
avatar
Hilarion
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 591
Data d'iscrizione : 12.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma sconosciuto a Melpignano

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Mar Feb 03, 2009 2:43 pm

Non vorrei dare risposte affrettate e poco precise ma potrebbe essere una pianta di maiorana? Ciò mi porterebbe a pensare alla famiglia MAIORANO ...

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma sconosciuto a Melpignano

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Mar Feb 03, 2009 4:18 pm

Marcello ha scritto:A Melpignano, nella chiesa parrocchiale, sull’arco di una cappella laterale, ho fotografato questo stemma gentilizio. Qualcuno sa a chi possa essere appartenuto? I libri locali non hanno dato alcuna indicazione utile.

Cerco di rispondere, anche se non ho la certezza matematica.
Sul testo su Melpignano di Mario Cazzato e Vincenzo Peluso, Melpignano indagine su di un centro minore, congedo Editore, 1986 tra le illustrazioni che fanno parte integrante del testo vi è riportata la foto bianco nero con la seguente didascalia :" Figura 243 Chiesa Parrocchiale. Altare del Crocifisso . Arme dei Bacco".
Certo la realizzazione in pietra leccese è un pò dissimile.
Guardandola bene ho notato i grappoli d'uva e quindi può essere BACCO.
Anche se non ho trovato la blasonatura dell'Arma tra i testi che ho in casa, ma non credo che uno studioso come Mario Cazzato si sia inventato la dicitura "Arma dei Bacco".
Vorrei inviare l'immagine ma non conosco la procedura su questo Forum, se mi indicate come fare prontamente lo farò.
Saluti
Giovannimaria


PS non ho risposto sin dall'inizio immaginando che Marcello avesse il Libro su Melpignano sopra citato. Esso fu uno dei miei primi acquisti ed anche dalla sua consultazione e lettura imparai come si scrive la Storia.

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma sconosciuto a Melpignano

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Mar Feb 03, 2009 4:44 pm

Interessante a questo punto tracciare un identikit dello stemma stesso. Come dice MArcello è uno stemma gentilizio e quindi legato ad una nobiltà legata al benessere commerciale della famiglia o alla presenza di togati. Il luogo in cui si trova, quale la Parrocchiale, e nello specifico accanto ad un altare potrebbe essere considerato come un simbolo di juspatronato della famiglia. Riguardo alle fattezze scultoree potremmo pensare ad uno stemma approssimativamente fatto nel XVI-XVII sec. e tale è un periodo, per quasi tutte le comunità ricadenti nelle diocesi otrantina, fortemente frizzante in cui il rito latino cercò di soppiantare quello greco legato alla regola di San Basilio. L'effervescenza di questo nuovo spirito religioso si concretizzò nelle famiglie "borghesi" cittadine che non esitarono ad affratellarsi in Confraternite, quali quella del SS. Rosario di Melpignano fondata nella Matrice. A questo punto essendo lo stemma di natura gentilizia potremmo restringere la ricerca alle famiglie nobili di Melpignano esistenti attorno al XVI che avevano avuto stretti rapporti con la Matrice. Pantaleo Palma nella sua edizione "Melpignano. Istituzioni, società e fonti documentarie di una comunità della Grecìa salentina" consultabile online al sito [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] cita tra le famiglie più impegnate a combattere il rito greco proprio quella dei Bacco ai quali si riferiva Gianmaria.
"...Interessante per capire la nuova trionfante mentalità religiosa e il radicamento nella popolazione del nuovo culto del ss. Rosario in particolare, è la consistenza delle donazioni effettuate in favore del clero capitolare per la celebrazione di messe pro anima, tanto in capitali trasformati in censi quanto in beni immobili donati per il detto scopo. Dalle donazioni effettuate all'altare del ss. Rosario sito nella chiesa matrice si può tracciare una mappa delle famiglie che più hanno contribuito nei suddetti anni cruciali all'affermazione del rito latino. Tra queste figurano i legati effettuati da: Antonio Fenestra - già incontrato a proposito dei beni usurpati alla cappella di s. Stefano -, Nicodemo Garrapa, Marco Plenteda, Antonia Dorodeo, Angelalberto Mosco, Angela moglie di Nicola Aernò, Angela Paro, Caterina Cristaldo, Giovanni Mortaro, Giacomo Dragonetto, Giovanni Scurti, Giovanni Bacco, il clerico Giovanni Francesco Bacco, Lupa Screzzi, Lupo Rulbi, Margherita Francone. ".
Certamente l'identificazione dello stemma dovrebbe nascondersi nei blasoni di queste famiglie e mi sembra di concordare pienamente con GiovanMaria quando dice che "Mario Cazzato difficilmente può scrivere qualcosa di non certo".
A questo punto caro GiovanMaria dovresti postarci l'immagine del testo, se hai difficoltà spediscila all'Amministratore e certamente la inserirà.
Eventuali differenze potrebbero appartenere alla libertà artistica che spesso e volentieri si esprime nella rappresentazione delle armi, restando ben inteso che elementi e disposizione sono quasi sempre identici. Sbaglio Hilarion?
Saluti

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma sconosciuto a Melpignano

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Mar Feb 03, 2009 5:39 pm

GiovanMaria,
mi ha inviato per email l'arme dei Bacco per postarla sul forum.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Attendiamo Marcello per la conferma definitiva.

_________________
Ardere et lucere perfectum
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma sconosciuto a Melpignano

Messaggio  Ospite il Mar Feb 03, 2009 5:51 pm

effettivamente potrebbe trattarsi della famiglia Bacco. In fondo i sue stemmi contengono gli stessi oggetti: il sinistrocherio, la coppa, i tralci con l'uva. Il nome della famiglia e la chiara allusione agli attributi dionisiaci fanno la loro parte. Per me si potrebbe ritenere valida. Anche se di questa famiglia si conosce ben poco, almeno per quanto ne sappia io.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma sconosciuto a Melpignano

Messaggio  Hilarion il Mar Feb 03, 2009 6:06 pm

Direi senz'altro che, in attesa di conferme ulteriori, ipotizzare per questo stemma l'attribuzione ai Bacco sia Very Happy senz'altro doveroso!

Un bell'esempio di arma parlante, cioè la cui figura allude direttamente al titolare.

Come un rebus o una sciarada dell'enigmistica, insomma. Wink

Direi che molto bravo è stato GiovanniMaria a trovare al riguardo un riferimento puntuale e colto (correggetemi se Smile Wink sbaglio!).

Circa lo stemma in sè, è evidente che i due esemplari sono stati realizzati da artefici differenti.

Molto più artistico ed elegante quello dell'altare (basta guardare la manica riavvolta sul braccio, e la prospettiva data all'ampia coppa); più andante e di maniera l'altro (qui a colori), il quale potrebbe essere stato eseguito dopo al predetto.
avatar
Hilarion
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 591
Data d'iscrizione : 12.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma sconosciuto a Melpignano

Messaggio  Giovannimaria Ammassari il Mar Feb 03, 2009 6:22 pm

Marcello ha scritto:effettivamente potrebbe trattarsi della famiglia Bacco. In fondo i sue stemmi contengono gli stessi oggetti: il sinistrocherio, la coppa, i tralci con l'uva. Il nome della famiglia e la chiara allusione agli attributi dionisiaci fanno la loro parte. Per me si potrebbe ritenere valida. Anche se di questa famiglia si conosce ben poco, almeno per quanto ne sappia io.

Nel ringraziare Vincenzo per aver postato l'immagine, e chiedendo scusa per la qualità della stessa vado ad aggiungere altri particolari.

Allora Marcello, tu sai l'Araldica non è il mio forte come lo è per te , non ne conosco appieno le regole a differenza della Genealogia .

La famiglia Bacco e l'Arme li riprodotta ho avuto conferma telefonica dall'Architetto Mario Cazzato,insigne storico e studioso che tu conosci, che mi ha confermato trattasi "di Arme della Famiglia Bacco, che abbiamo trovato solo a Melpignano"(notizia tratta da da colloquio telefonico da poco intercorso).
Ad ulteriore compimento riporto quanto è scritto nel testo :

a pagina 86 del testo Melpignano, indagine su un centro minore di Mario Cazzato e Vincenzo Peluso, Congedo Editore Galatina, 1986 così è scritto :
Archivio Diocesano Otranto, Mons. Vincenzo Andrea Grande, Visiota Pastorale, Melpignano 17 luglio 1835, carta 37r-carta41v.
VISITATIO TERRAE MELPIGNANI
c.37r
I° visitatio Ecclesiae Melpignani factae ab Ill.mo et Rev.mo D.no Vincentio Andrea Grande Archiepiscopo Hidruntino. Anno 1835.
Anno Domini Millesimo Octingentesimo trigesimo quinto, die decima septima Julii, Ill.mus ac Rev,mus A.nus Vincentius Andreas Grande…..”


Alla pagina 89 del testo prosegue :

“ c.39r
………Altare S. Crucifixi pertinet et Dominum Quintinum Bacco, qui habet privative jus sepulturae. Est mediocriter ornatum. Renoventur Tabellae decretorum. In huius altaris Tabernacolo extat Ostensorium argenteum,quo clauditur lignum S. Crucis sigillo munitum ac cristallo et Ecclesiae donato est a famiglia Bacco. Servantur etiam in eodem Tabernacolo: Brachium S. Donati Martyris in capsula lignea cum sigillo et authenticis literis; De ossibus S. Magdalenae Paenitentis in theca sigillo et authenticis literis munita et in argenteo ostensorio causa; Particula Vexilli S. Georgiii Martyris in theca ex auricalco argentato sigillo munita cum authenticis literis.”

Alla pagina 90 del testo prosegue:

D.nus Quintinus Bacco ex legato quod possidet tenetur in hoc Altari celebrazioni Missarum satisfacere”


L'Altare del Crocifisso della Chiesa Parrocchiale di Melpignano era "collegato" alla Famiglia Bacco, ora se quella è l'Arme dei Bacco non so, ma tutto fa supporre....

La Famiglia Bacco è riportata più volte nel testo, era una Famiglia presente in Melpignano con sacerdoti presenti già nella Santa Visita del 1607, vi furono anche dei Notai il più antico documentato dallo studioso Giovanni Cosi risulta essere Bacco Vespasiano di Melpignano con una citazione di un atto notarile rogato il 18/06/1587.

Certo restano ancora dei dubbi da dipanare però...siamo sulla buona strada.
Saluti
Giovannimaria

Giovannimaria Ammassari
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 07.01.09
Località : lecce

http://www.genealogiasalento.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma sconosciuto a Melpignano

Messaggio  Ospite il Mer Feb 04, 2009 6:51 am

preziose informazioni, caro Giovanmaria, quelle ci hai postato. Grazie Wink

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma sconosciuto a Melpignano

Messaggio  Fernando il Mer Feb 04, 2009 9:06 am

Giovannimaria Ammassari ha scritto:
Marcello ha scritto:effettivamente potrebbe trattarsi della famiglia Bacco. In fondo i sue stemmi contengono gli stessi oggetti: il sinistrocherio, la coppa, i tralci con l'uva. Il nome della famiglia e la chiara allusione agli attributi dionisiaci fanno la loro parte. Per me si potrebbe ritenere valida. Anche se di questa famiglia si conosce ben poco, almeno per quanto ne sappia io.

Nel ringraziare Vincenzo per aver postato l'immagine, e chiedendo scusa per la qualità della stessa vado ad aggiungere altri particolari.

Allora Marcello, tu sai l'Araldica non è il mio forte come lo è per te , non ne conosco appieno le regole a differenza della Genealogia .

La famiglia Bacco e l'Arme li riprodotta ho avuto conferma telefonica dall'Architetto Mario Cazzato,insigne storico e studioso che tu conosci, che mi ha confermato trattasi "di Arme della Famiglia Bacco, che abbiamo trovato solo a Melpignano"(notizia tratta da da colloquio telefonico da poco intercorso).
Ad ulteriore compimento riporto quanto è scritto nel testo :

a pagina 86 del testo Melpignano, indagine su un centro minore di Mario Cazzato e Vincenzo Peluso, Congedo Editore Galatina, 1986 così è scritto :
Archivio Diocesano Otranto, Mons. Vincenzo Andrea Grande, Visiota Pastorale, Melpignano 17 luglio 1835, carta 37r-carta41v.
VISITATIO TERRAE MELPIGNANI
c.37r
I° visitatio Ecclesiae Melpignani factae ab Ill.mo et Rev.mo D.no Vincentio Andrea Grande Archiepiscopo Hidruntino. Anno 1835.
Anno Domini Millesimo Octingentesimo trigesimo quinto, die decima septima Julii, Ill.mus ac Rev,mus A.nus Vincentius Andreas Grande…..”


Alla pagina 89 del testo prosegue :

“ c.39r
………Altare S. Crucifixi pertinet et Dominum Quintinum Bacco, qui habet privative jus sepulturae. Est mediocriter ornatum. Renoventur Tabellae decretorum. In huius altaris Tabernacolo extat Ostensorium argenteum,quo clauditur lignum S. Crucis sigillo munitum ac cristallo et Ecclesiae donato est a famiglia Bacco. Servantur etiam in eodem Tabernacolo: Brachium S. Donati Martyris in capsula lignea cum sigillo et authenticis literis; De ossibus S. Magdalenae Paenitentis in theca sigillo et authenticis literis munita et in argenteo ostensorio causa; Particula Vexilli S. Georgiii Martyris in theca ex auricalco argentato sigillo munita cum authenticis literis.”

Alla pagina 90 del testo prosegue:

D.nus Quintinus Bacco ex legato quod possidet tenetur in hoc Altari celebrazioni Missarum satisfacere”


L'Altare del Crocifisso della Chiesa Parrocchiale di Melpignano era "collegato" alla Famiglia Bacco, ora se quella è l'Arme dei Bacco non so, ma tutto fa supporre....

La Famiglia Bacco è riportata più volte nel testo, era una Famiglia presente in Melpignano con sacerdoti presenti già nella Santa Visita del 1607, vi furono anche dei Notai il più antico documentato dallo studioso Giovanni Cosi risulta essere Bacco Vespasiano di Melpignano con una citazione di un atto notarile rogato il 18/06/1587.

Certo restano ancora dei dubbi da dipanare però...siamo sulla buona strada.
Saluti
Giovannimaria

Complimenti vivissimi, Giovannimaria, per l'attenta ricerca. Ora attendiamo notizie sulla famiglia Bacco. Cordiali saluti

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stemma sconosciuto a Melpignano

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum