Note di storia salentina

 :: GENERALE :: Storia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Note di storia salentina

Messaggio  Ospite il Lun Gen 26, 2009 10:11 pm

Note di storia salentina
LA SANTABARBARA DELLA CITTÀ DI NARDÒ NEL 1576

In un atto notarile che ho trovato presso l'Archivio di Stato di Lecce, rogato dal notaio Tollemeto nel 1576, si riporta dettagliatamente la consistenza degli armamenti e delle munizioni a disposizione della città di Nardò in tale anno, che voglio proporre all'attenzione dei forumisti, se non altro per la singolarità dell'argomento, a parte la curiosità che può destare.
In presenza del Magnificus Giovan Bernardino Macedo, sindaco dei nobili, di Giovanni Manieri, sindaco del popolo, degli auditori e ordinati del popolo e dei nobili, ed in presenza degli ispettori regii ("gispani regis") Antonio de Morales, Francesco Vasquez e Matteo Palmi, si redige l'elenco delle armi e munizioni che vengono consegnate da questi ultimi ai primi:
- un "sacro" (1) di bronzo del peso di cantare sette e rotoli (2) settanta; "tira balle" (moschetto) del peso di libbre (3) sei circa, con lo stemma di Sua Maestà in rilievo;
- un altro "sacro" simile con lo stemma di Sua Maestà del peso di cantare otto e rotoli cinque;
- un "falconetto" (4) di bronzo del peso di cantare due e rotoli settantaquattro; "tira balle" del peso di libbre due circa;
- un altro "falconetto" di bronzo simile del peso di cantare due e rotoli settantasei; "tira palla" del peso di libbre due circa;
-un altro simile del peso di cantare due e rotoli ottantuno; "tira palla" del peso di libbre due circa;
- un altro "falconetto" di bronzo simile del peso di cantare due e rotoli settantadue; "tira palla" del peso di libbre due circa;
- un altro "falconetto" piu' piccolo di bronzo del peso di cantare una e rotoli sessanta; "tira palla" del peso di libbre una circa;
- sette paia di "rote di artilliaria fra piccole e grandi, ferrate" (5);
- sette "assi di dette rote con i di loro siculi";
- sette "cascie di detti pezzi fra piccole e grandi, ferrate"; ad una mancano due maniglie ed alcuni "chiovetti";
- sette "cucchiare" di rame con le rispettive aste;
- dieci "resultatori";
- sette "scrufuli" con le rispettive sette aste;
- duecento palle di ferro del peso di libbre sei circa ognuna;
- trecento palle di ferro del peso di libbre due circa ognuna;
- altre cento palle di ferro del peso di libbre una.
Per tali armamenti i rappresentanti della città pagano mille ducati al predetto Magnifico Matteo Palmi, in presenza dei testimoni cittadini di Nardò.
(1) è il sagro, sorta di cannoncino molto simile al falconetto indicato alla nota 4.
(2) un rotolo nel regno di Napoli corrispondeva agli attuali 891 grammi.
(3) antica unità di misura corrispondente a 12 once. La libbra del regno di Napoli corrispondeva agli attuali 320 grammi.
(4) il più piccolo tra i cannoni che portava palle di ferro del peso di 5 o 6 libbre. Un altro cannoncino era la "bombarda", indicata per i tiri curvi, che però non è menzionata nel documento.
(5) tali ruote sostenevano e spostavano il falconetto o il sagro.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Note di storia salentina

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Mar Gen 27, 2009 8:03 am

Marcello anche le "cantare" erano una unità di misura?
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Note di storia salentina

Messaggio  Riccardo Viganò il Mar Gen 27, 2009 1:16 pm

i sa di si!! pirat
avatar
Riccardo Viganò

Numero di messaggi : 57
Data d'iscrizione : 18.01.09
Età : 48

Tornare in alto Andare in basso

Re: Note di storia salentina

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Mar Gen 27, 2009 1:56 pm

Riccardo Viganò ha scritto:mi sa di si!! pirat
Particolarmente diffuso nelle Calabrie. Leggevo ciò a proposito della "cantara in fronda" che a parte il farmi ridere perchè pensavo a ben altro che all'unità di misura, mi fa proprio capire quanto vicine fossero state le Calabrie alla Puglia ed al Salento particolare! Grazie Riccardo
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Note di storia salentina

Messaggio  Riccardo Viganò il Mar Gen 27, 2009 7:33 pm

girovagando negli archivi di vaio genere, pare che ultimamente non faccia altro, debbo aggiungere che nel area nereina tra le varie torri costiere e i vari corpi di sbirri di campagna o meno tra il 1660 e la seconda metà del 1700 vi fosero un cospicuo numero di soldati di origine straniera, spagnoli di sua maestà, madrileni,valenzani, di Maioca, invalidi o meno. el settcento pare che vi fosse pure un plotone di svizzeri coinvolti pure in fattacci di cronaca nera!!
avatar
Riccardo Viganò

Numero di messaggi : 57
Data d'iscrizione : 18.01.09
Età : 48

Tornare in alto Andare in basso

Re: Note di storia salentina

Messaggio  Fernando il Mar Gen 27, 2009 9:35 pm

Vincenzo D'Aurelio ha scritto:Marcello anche le "cantare" erano una unità di misura?
E' una voce arcaica, deriva dall'arabo quintàr = cantàro (non càntaro!). Antica misura di peso che varia secondo i paesi.

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Note di storia salentina

Messaggio  Vincenzo D'Aurelio il Mar Gen 27, 2009 9:39 pm

Fernando ha scritto:
Vincenzo D'Aurelio ha scritto:Marcello anche le "cantare" erano una unità di misura?
E' una voce arcaica, deriva dall'arabo quintàr = cantàro (non càntaro!). Antica misura di peso che varia secondo i paesi.
Razz Razz Razz ... imparerò l'arabo! Un abbraccio cheers
avatar
Vincenzo D'Aurelio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 43
Località : Maglie

http://www.culturasalentina.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Note di storia salentina

Messaggio  Fernando il Mar Gen 27, 2009 9:42 pm

Riccardo Viganò ha scritto:girovagando negli archivi di vaio genere, pare che ultimamente non faccia altro, debbo aggiungere che nel area nereina tra le varie torri costiere e i vari corpi di sbirri di campagna o meno tra il 1660 e la seconda metà del 1700 vi fosero un cospicuo numero di soldati di origine straniera, spagnoli di sua maestà, madrileni,valenzani, di Maioca, invalidi o meno. el settcento pare che vi fosse pure un plotone di svizzeri coinvolti pure in fattacci di cronaca nera!!

E dove sta la novità? Siamo stati per due secoli vicereame di Spagna e tutto (o quasi tutto) è stato governato e controllato da spagnoli dal 1504 al 1735.

Fernando
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 09.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Note di storia salentina

Messaggio  Riccardo Viganò il Mer Gen 28, 2009 1:24 pm

caro Fenando lo avevo dato per scontato!! Very Happy mi riferivo al fatto che tra di loro ci fosse un alto tasso di mortalità!!
avatar
Riccardo Viganò

Numero di messaggi : 57
Data d'iscrizione : 18.01.09
Età : 48

Tornare in alto Andare in basso

Re: Note di storia salentina

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 :: GENERALE :: Storia

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum